Navigazione: gazprom

La grande bufala dell’Europa green Tutti siamo per la lotta al cambiamento climatico, ma le direttive, gli obiettivi, le politiche unanime, principalmente le volontà, non esistono o sono confuse. La fotografia dell’Europa oggi è quella di un Triangolo Utopico diviso tra Green ed Oil
di

Le linee politiche del Green e solo Green, faranno diventare il Continente Europeo un assurdo ed utopistico Eden verde vicino alla tanto amata ed odiata Germania, che intanto organizza la Conferenza sulla Libia

Banche statali e private in Russia: fallite Come riesce un sistema economico a non collassare nonostante le proprie banche continuino a fallire? In un sistema finanziario ancora instabile, sono oramai più di 50 le banche russe fallite negli ultimi mesi
di

Lo Stato ha ampliato il proprio raggio di azione ed è divenuto il principale attore anche nel settore finanziario; il flusso di rubli che dalle casse statali confluisce al sistema bancario è ingentissimo: lo Stato ha evitato che il sistema collassasse

Russia, Gazprom alla ribalta per più motivi Il colosso del gas, potente arma economica di Putin, è forse troppo sfruttata per finalità politiche. Almeno dal punto di vista dei suoi azionisti
di

C’è un dato, tuttavia, che rimane vistosamente e pervicacemente depresso. Un dato tutt’altro che secondario, per cui qualche osservatore si sente autorizzato, sia pure un po’ avventatamente, a definire Gazprom un classico “colosso dai piedi di argilla”

La Russia non è un Paese per piccole (e medie aziende) Grosse corporation ed oligopoli fagocitano e spingono fuori dalla competizione le piccole aziende rendendo quasi impossibile lo sviluppo del piccolo e medio business
di

Se in Europa la libera iniziativa economica è ancora centrale e nonostante il potere delle multinazionali, un piccolo imprenditore può ancora ritagliarsi il proprio spazio nel mercato, in Russia sono invece le corporation e gli oligopoli, orizzontali e verticali, pubblici e privati, a governare il mercato

Vladimir Putin l’uomo più ricco del mondo? A ripetere questa teoria, già uscita ad inizio anno, il giornalista Luke Harding, intervistato da 'Business Insider'
di

Secondo l’analista politico Stanslav Belkovsky, il presidente russo già nel 2007 possedeva un patrimonio netto di oltre 40 miliardi di dollari, ottenuto grazie al business del petrolio. Putin infatti controlla il 37% della compagnia petrolifera Surgutneftegaz e il 4,5% della società del gas naturale, Gazprom