Navigazione: Fulvio Beltrami

Congo: la lunga mano dell’Esercito ruandese sul petrolio del Lago Kivu Il Rwanda inizierà a breve le attività di esplorazione di giacimenti petroliferi nel lago con la collaborazione della britannica ABI Holdings, tutte le attività sono coperte dal segreto di Stato
di

L’operazione è da ricondurre agli accordi segreti stipulati tra i Presidenti Joseph Kabila, Yoweri Kaguta Museveni e Paul Kagame, che prevedono un appoggio politico da parte di Uganda e Rwanda al dittatore Kabila in cambio di una nuova gestione tripartitica delle risorse naturali all’est del Congo

Israele: deportazioni forzate di africani, schiavitù degli immigranti dall’Est Europa Gli africani deportati in Rwanda e Uganda vengono derubati e successivamente espulsi; i migranti ucraini e georgiani sfruttati dalle ditte israeliane
di

E Governo di Tel Aviv ha offerto asilo politico a soldati e ufficiali eritrei che disertano per carpire segreti militari e arruolare mercenari.
L’Alto Commissariato ONU per i Rifugiati, UNHCR, ha recentemente accusato il Governo ruandese di non offrire alcuna assistenza ai rifugiati etiopi e sudanesi deportati da Israele e di non facilitare il loro inserimento nel tessuto socio economico autoctono.

Uganda-Rwanda: in bilico la reputazione sui rifugiati A seguito di denunce da parte dell'ONU, sono stati appurate frodi e appropriazioni indebite di fondi destinati ai rifugiati sud sudanesi commessi da diversi alti funzionari
di

Mentre l’Uganda è alle prese con un ‘furto’ fatto sulla pelle di persone disperate che sono fuggite dal loro Paese a causa di una guerra causata anche dalle interferenze ugandesi per il controllo del petrolio, il Rwanda si trova sempre più invischiato nelle politiche di Israele contro i rifugiati eritrei e sudanesi

Kenya: la Polizia sventa complotto per assassinare la Regina Elisabetta I dettagli dell’operazione, avvenuta tra il settembre 2016 e il maggio 2017, sono stati rilasciati dalle autorità keniote mercoledì 21 febbraio
di

«Grazie alle informazioni ricevute dalla polizia keniota e al ottimo lavoro eseguito dai servizi segreti kenioti, siamo riusciti a scoprire e sventare una serie di attacchi terroristici del DAESH tra i quali l’assassinio  della Regina Elisabetta II e del ex Primo Ministro David Cameron»

Papa Francesco e il problema etnico della Chiesa cattolica africana In Nigeria l’ultimo caso di quello che il Vaticano considera il ‘peccato del tribalismo’, con le dimissioni, dopo 6 anni di calvario, di Monsignor Peter Ebere Okpaleke
di

La Chiesa Cattolica in Africa è impregnata di appartenenza etnica e business. Una malattia che non è di oggi e che riguarda molte diocesi africane. La ricetta di Francesco per combattere la piaga non sta funzionando

Oxfam: abusi sessuali, dopo Haiti e Ciad anche il Sud Sudan Il 7% dell' Ong nel martoriato Paese in guerra civile dal dicembre 2013 avrebbe commesso abusi sessuali e perfino stupri. Le vittime sono state le donne
di

Come nel caso delle violenze sessuali ad Haiti e Ciad anche quelle commesse in Sud Sudan sono state coperte dalla dirigenza della Ong britannica. In alcuni casi i colpevoli di questi ignobili atti sono stati licenziati ma nessuna denuncia alle autorità locali o a quelle britanniche è stata mai inoltrata.

L’Occidente abbandona i rifugiati in Africa orientale 4 milioni di rifugiati ospitati in Kenya, Ruanda, Etiopia, Tanzania e Uganda. Ad essi vanno aggiunti quasi 3 milioni di sfollati interni nella Repubblica Democratica del Congo.
di

Ci si dimentica di informare che la maggioranza dei flussi migratori e dei rifugiati non avviene tra Africa ed Europa ma all’interno del Continente. Più efficace sarebbe la prevenzione dei conflitti che generano milioni di profughi.

Sud Sudan: Salva Kiir si scontra con Unione Africana e USA Sanzioni economiche e embargo evocati dall’Unione Africana sono sostenute dagli Stati Uniti; Kiir sempre più isolato; grandi affari in armi per Russia e Cina proseguono
di

Le sanzioni economiche e il probabile embargo evocato dall’ Unione Africana sono sostenute dagli Stati Uniti. E il braccio di ferro tra il Governo di Juba, l’Unione Africana e gli Stati Uniti potrebbe aggravare la crisi sud sudanese.