Navigazione: dario franceschini

Govermo: si naviga a vista, con il freno a mano tirato La ‘quadra’ di Conte perché il Governo duri: avanti piano, quasi fermi. Sulla prescrizione il ‘lodo’ Conte destinato a durare poco
di

Tutti hanno bisogno di tempo, e se cade il Governo, Mattarella non è più disposto ad avallare altre pasticciate coalizioni. Si vota, anche se sciogliere le Camere è problematico: c’è il referendum costituzionale, le elezioni amministrative e cinquecento nomine importanti

La ‘rivoluzione umana’ contro l’élite di Zinga e Giggino Nel dopo-convento del PD ... con gli stellini che si incazzano, i piddini che arrabattano, e i giornali che svolazzano ... non restano che le Sardine
di

Parole vuote degli uni e ignoranza degli altri, ma «il singolo se si muove può, insieme agli altri, cambiare la società». E’ il rovesciamento della sciocchezza dell’‘uno vale uno’, che infatti ha prodotto solo capi e capetti

La ‘carne’ del Governo Conte: non vince chi è forte, vince chi dura Il perdente: l’ingenuo Matteo Salvini, che non ha saputo capire il mondo con il suo Mosca-gate. I vincitori: Mattarella, Prodi, Franceschini, Zingaretti, tre democristiani, un comunista, che hanno capito perfettamente la ‘seconda guerra fredda’
di

David Petraeus, ex capo della CIA, a Cernobbio parla di ‘Seconda guerra fredda’, ed è espressione che definisce la sfida e il confronto in corso tra Washington, Mosca, Pechino. L’Italia da Yalta in poi è cruciale