Navigazione: cultura e società

Intelligenza Artificiale e stupidità: cosa può fare più danni? A colloquio con Piero Poccianti, presidente dell’Associazione Italiana I.A. su economia del cow boy e dell’astronauta, su robot umanoidi e lavoro e la necessità di un’economia circolare senza sprechi
di

Stiamo producendo macchine che dovrebbero sostituire tutto o in parte il lavoro degli uomini. Il caso delle macchine che negli Usa potrebbero prendere il posto dei minatori ne è un esempio. Robot umanoidi sono sempre più utilizzati in alcuni settori della sanità e delle famiglie.

Il mercato degli eventi cresce e guarda al futuro Secondo i dati del XIII Monitor degli Eventi e della Live Communication, c’è stato un aumento degli investimenti in questo settore del 2,1% e questo comporta vantaggi notevoli. Quali?
di

Le t-shirt personalizzate sono fra gli articoli più richiesti e vengono regalate ai partecipanti di un evento per promuovere il brand che lo ha organizzato. L’aspetto logistico e quello enogastronomico vanno inoltre a braccetto soprattutto quando si tratta di fiere.

Col blackjack la sfida è al casinò Lo dimostra il successo ottenuto da un passatempo che ha avuto origine nella Francia del XVII secolo e che dopo essere emigrato negli Stati Uniti prese il nome con cui oggi è universalmente conosciuto.
di

L’asso può contare uno oppure undici. Le figure valgono indistintamente dieci. Mentre le restanti carte del mazzo corrispondono al loro valore nominale. Insomma, giocare a blackjack è forse più facile che descriverlo.

Gli Zeta: quelli che con la tecnologia desiderano costruire un futuro migliore Abbiamo intervistato Patrizia Martello per conoscere più da vicino le attitudini e le aspirazioni lavorative dei giovani Zeta
di

La generazione Z è composta da giovani contraddistinti da peculiari caratteristiche che si possono così riassumere: iperconnessi, informati e istruiti, parsimoniosi, globe trotter, orientati alla condivisione, desiderosi di costruire un mondo migliore, industriosi e motivati, più realistici e prudenti dei Millennials.

1 11 12 13