Navigazione: Corte Europea dei Diritti dell’Uomo

Perchè la Spagna può respingere gli immigrati? 'Devoluciones en caliente': respingimenti immediati e legali, previsti dal diritto spagnolo e ammessi dalla Corte europea dei diritti dell'uomo. La pratica però mette sotto accusa il governo socialista
di

«Gli stranieri che vengono rilevati sulla linea di confine della demarcazione territoriale di Ceuta o Melilla mentre tentano di superare elementi di contenimento del confine per attraversare in modo irregolare, possono essere respinti»

Ergastolo ostativo: il nuovo cruccio del fine giurista Di Maio Dice il brillante giurista: che ora se quella Corte di incompetenti decide contro l’ergastolo ostativo, decine di criminali incalliti, in particolare mafiosi, gireranno liberi per le strade italiane (e forse non solo!)
di

Le pene devono essere certe e certamente scontate, ma la dignità delle persone va sempre e comunque difesa e preservata e, come si dice, ‘la legge è uguale per tutti’. È la base della nostra civiltà. Ma Di Maio non lo sa

Decreto Salvini: perchè contro cattiveria e ignoranza costituzionale si deve ricorrere Perché quel decreto è odioso e si deve ricorrere alla Corte costituzionale? Perché abolisce la figura del migrante umanitario, violando i trattati in materia sottoscritti dall’Italia e la nostra Costituzione; Mattarella ha fatto bene a promulgarla e i Sindaci a bloccarne l’applicazione in attesa della Corte costituzionale
di

Un pubblico funzionario ha il dovere di agire in maniera conforme alla Costituzione, se applicasse la norma, sapendo o avendo ragione di dubitare che sia incostituzionale, commetterebbe un illecito, quindi, per evitarlo deve fare in modo di ricorrere alla Corte costituzionale

Cantone, Gratteri: imparate a tacere Ne va della credibilità del sistema: un pubblico funzionario, in servizio effettivo, non deve parlare in nessun caso di cose diverse da quelle per le quali è ‘ufficialmente’ abilitato a farlo
di

Il tema è quello delle garanzie e del rispetto dei poteri dello Stato. Nell’esercizio delle proprie funzioni, ognuno deve fare il proprio mestiere, senza che si corra il rischio che una frase possa essere interpretata come una minaccia o un pregiudizio