Navigazione: consumatori

Coronavirus, Cateno De Luca e la rivolta delle bollette sospese Cristiano Bilucaglia di A.R.T.E., l’Associazione Italiana dei Reseller e Trader di Energia, risponde alle sparate populiste di un Sindaco di Messina sempre più scatenato e ormai fuori controllo
di

Proposte al limite dell’assurdo e contingenze impellenti da gestire, quando la fantasia supera la giurisprudenza: il caso del primo cittadino siciliano contro i gestori di luce e gas

Tra legge elettorale, politici della quiz generation e consumatori È normale che la legge elettorale sia un algoritmo per garantire qualcuno? È possibile non avere in politica un manipolo di yes man?
di

Siamo alle prese con un deficit politico spaventoso; il processo lo ha attivato finanza e multinazionali. E il marketing. L’individuo ridotto a consumare, lascia la prateria ai convitati di pietra per prendersi tutto. Ma la colpa di chi è?

Dove e perché conviene investire (ancora) in Africa La crescita in Africa c’è ancora: il quadro della classifica annuale della banca d'affari Rand Merchant Bank
di

Secondo  la classifica annuale ‘Where to Invest in Africa’, lo sviluppo c’è ancora ed è anche forte. Lo studio si occupa di analizzare dove si può investire positivamente a seconda della situazione economica di un dato Paese. I tassi di crescita sono diminuiti gradualmente e le aziende hanno iniziato a cedere dinanzi alla pressione dei prezzi delle risorse, ai disagi in merito alla sicurezza, alle leggerezze fiscali e ai problemi climatici, come quello della siccità che pare non svanire. Ma il futuro è limpido.

Investire in Africa: c’è ancora spazio per gli USA? Come gli Stati Uniti dovrebbero agire in Africa per uscire dall’ombra della Cina: il report di Aubrey Hruby dell’Atlantic Council
di

«La strategia americana dovrebbe, quindi, focalizzarsi sull’esplorazione di aree di vantaggio competitivo per creare lavoro a livello interno e promuovere stabilità e sicurezza nel mercato africano attraverso uno sviluppo di tipo economico», scrive la Hruby. «Vincere nel mercato globale del futuro significherà cedere un po’ del terreno di battaglia a giocatori più adatti a focalizzarsi su parti dell’arena in cui il successo è probabile».