Navigazione: Cinema

Monicelli, tra ironia e impegno politico La dedica di una strada a Firenze nei luoghi di ‘Amici miei’ occasione per ricordare con lo scrittore Fabrizio Borghini la figura e il pensiero vivo e attuale del Grande Maestro della commedia all’italiana
di

Per “rendere omaggio a un grande regista e allo spirito di tutti i fiorentini: un modo per ricordare, anche attraverso la toponomastica, un protagonista del cinema italiano che ha lasciato una traccia indelebile nella storia di Firenze e del Paese”

Il cinema come ponte fra culture diverse Dal Florence Korea Film al Middle East, un messaggio contro i pregiudizi, a colloquio con la star Jung Woo-sung sul suo impegno per i rifugiati
di

Uno dei protagonisti è senz’altro l’attore Jung Woo-sung,   che abbiamo incontrato in occasione della sua presenza a Firenze, per ricevere il “Florence Korea Film Fest Award”  da parte del direttore della Rassegna Riccardo Gelli e una targa alla carriera da parte del Presidente del Consiglio Regionale della Toscana, Eugenio Giani.

Le donne e il cinema nell’India di oggi La giovane attrice Taapsee Pannu, protagonista di vari film, al 'Festival River to River', sottolinea il contributo delle donne al cambiamento verso l’uguaglianza, anche se rimane molto da fare
di

Certo per una vera uguaglianza fra generi c’è ancora molto da fare, ma il cambiamento è in corso. E il cinema lo rappresenta, sfatando quegli stereopiti sull’India che ancora permangono in  varie parti

Vanessa Guide e il coraggio delle donne Incontro con la giovane protagonista del film ‘Comme des garçons’ premiata a ‘France Odeon’, la Rassegna fiorentina che rinsalda l’immaginario comune tra la cultura italiana e francese
di

“Questa è una storia vera sul coraggio delle donne. Una storia iniziata alla fine degli Anni Sessanta  in Francia e non del tutto finita. E’ la storia di quelle donne – ragazze e donne mature, single o sposate con prole –  che osarono sfidare un sistema tutto al maschile, protetto da solidi pregiudizi e interessi: il film ‘Comme des garçons’ racconta  la storia della nascita della prima squadra di calcio femminile in Francia, ma sopratutto  il coraggio di quelle donne”

‘Nano’ Campeggi: quando l’arte dipingeva il cinema Il fascino dell’affiche da Lautrec agli Anni Settanta rivive nei manifesti dedicati dall’artista scomparso al grande cinema americano: Via col Vento, Gigì, Ben Hur e all’ icona più amata: Marilyn
di

Se ‘Nuovo cinema Paradiso’ è la più autentica dichiarazione d’amore del cinema  per il cinema, anche i manifesti di ‘Casablanca’ e ‘Via col Vento’ che, tra le foto e le ‘pizze’ si intravedono nella cabina di proiezione di Alfredo, possono essere considerati, non solo da  Tornatore, tra i più significativi dell’ arte dell’affiche cinematografico.