Navigazione: asilo

Decreti sicurezza: i (finalmente) fu Salvini Nel nuovo decreto si coglie il rovesciamento della ‘logica’ nei confronti dei migranti: dall’essere delle persone, forse non-persone, da respingere e comunque discriminare, diventano di colpo delle persone da rispettare e delle quali occuparsi
di

Come faccia la stessa persona che ha firmato un anno fa un documento osceno ora firmare disinvoltamente un documento che dice l’esatto contrario, è dura da capire. Che fiducia si può avere per gente simile?

Salvini sotto accusa, in forza della Costituzione Il come e il perché l’accusa contro l’ex Ministro degli Interni è atto che applica a pieno la Costituzione, in particolare gli articoli 2 e 10 ce lo può ben spiegare Piero Calamandrei
di

L’intero ordinamento giuridico italiano rispetta e applica i diritti dell’uomo, chiunque subisca discriminazioni politiche nel proprio Paese ha diritto a riceve asilo nel nostro, ciascuno ha il diritto che gli venga assicurata la possibilità di lasciare il proprio Paese e gli Stati debbono accoglierli

Ministro Salvini: si tappi la bocca e rispetti il diritto e la Costituzione Le sentenze del Tribunale di Bologna e di Firenze a proposito del rifiuto, da parte dei rispettivi Comuni, di concedere la residenza a dei richiedenti asilo, sono state doverose, ecco perché
di

La legge è solo una parte del diritto. Una legge, cioè, va letta insieme a tutte le altre leggi, precedenti e successive, di pari e di più alto grado, cioè va ‘interpretata’, cosa che manda in bestia Salvini & co., ma che è dovuta da parte del giudice

Decreto Salvini: perchè contro cattiveria e ignoranza costituzionale si deve ricorrere Perché quel decreto è odioso e si deve ricorrere alla Corte costituzionale? Perché abolisce la figura del migrante umanitario, violando i trattati in materia sottoscritti dall’Italia e la nostra Costituzione; Mattarella ha fatto bene a promulgarla e i Sindaci a bloccarne l’applicazione in attesa della Corte costituzionale
di

Un pubblico funzionario ha il dovere di agire in maniera conforme alla Costituzione, se applicasse la norma, sapendo o avendo ragione di dubitare che sia incostituzionale, commetterebbe un illecito, quindi, per evitarlo deve fare in modo di ricorrere alla Corte costituzionale

Decreto Salvini: il ‘Ciapa lì e porta a cà’ di Mattarella al ‘pajass’ del Viminale Nella lettera che accompagna la firma del decreto, Mattarella, di fatto, ha detto che il provvedimento non rispetta la Costituzione; ecco perché
di

Se la norma non verrà corretta in Parlamento, alla prima occasione vi sarà un ricorso alla Corte Costituzionale e la norma verrà annullata, ricorso che potrebbero fare i parlamentari, se ce ne fossero degni di questo nome