Navigazione: 5agosto

L’inferno è in Libano Il Paese era in ginocchio almeno dal 2019, ora la situazione rischia di essere irreparabile. Se la popolazione troverà nel disastro una ragione per ricompattarsi alla sua élite politica, la possibilità di tirare fuori il Paese dalla fossa è in mano alla comunità internazionale
di

L’altra possibilità è che invece la rabbia popolare cresca, il che significherebbe il crollo del Libano. I vertici dello Stato erano a conoscenza del pericolo. Questa potrebbe essere la scintilla che fa precipitare il Paese

Bangkok: ancora una volta bombe, segreti e misteri Le esplosioni di venerdì scorso nella Capitale thailandese e la reticenza delle Forze di Polizia in una folla di dietrologie
di

Sette ragazzi giovanissimi arrestati e ritenuti i sospetti autori o componenti di una organizzazione che avrebbe pianificato le esplosioni. Non mancano i precedenti di attentati in Thailandia, soprattutto nella Capitale. Ma le risposte latitano, sono lacunose o non ci sono mai state del tutto in modo chiaro e convincente

Elezioni anticipate: chi le vuole davvero? nell’Italia che si è ‘seduta’ Se si andasse al voto Salvini e Meloni farebbero il pieno, ma a quel punto dovrebbero governare senza più scuse, e allora sarebbe dura...meglio fare ‘ammunina’
di

Forza Italia moribonda, il PD senza un progetto, Lega che dovrebbe a quel punto governare… Hai voglia di metterti a una consolle e fare il deejay. In autunno non cadono le foglie. E il presunto re, resta nudo