Navigazione: 2marzo

Turchia: ‘terzo incomodo’ in Africa per Occidente e Cina Erdogan punta ad incrementare l’influenza turca in Africa, ne parliamo con Asli Okyay ricercatrice IAI e Emre Caliskan, ricercatore della Oxford University
di

Le frequenti visite di Erdogan in Africa sono un chiaro segno che la Turchia sta cercando di incrementare la sua influenza nella regione. Questo è ciò che emerge anche dalla dalla seconda conferenza ministeriale tenutasi lo scorso febbraio a Istanbul tra il ministro turco degli Affari esteri, Mevlet Cavusoglu, i suoi omologhi africani

Chef Rubio, lo street food e la sua visione sulla desertificazione culturale in atto All’ombra della questione “igiene” lo street food è sospinto sempre più verso logiche massificate e mercificate dettate dalle grandi multinazionali della ristorazione
di

Lo street food da secoli è una caratteristica culturale ed antropologico-culturale dei popoli della Terra. Negli ultimi tempi, però, è sottoposto ad un processo di progressiva spoliazione, mentre crescono le grandi catene di ristorazione che seguono logiche mercantilizie globali tipiche delle multinazionali. Chef Rubio esprime il suo personale punto di vista, sulla base della sua esperienza molto profonda anche nel settore della ristorazione Street food e mette in luce le logiche distorte dei potentati economici globali e trans-nazionali.

[purchase_link id="268364" style="button" color="red"]
Elezioni: grazie a Dio è finita Marketing, falsità palesi, totale assenza di visione e leader: analisi impietosa della campagna elettorale più brutta della storia repubblicana. A colloquio con Massimo Leoni, main anchor politico ‘Sky TG 24’
di

Domenica 4 marzo si andrà a votare in tutta Italia per eleggere i deputati e senatori della XVIII legislatura della Repubblica. Al termine della campagna elettorale, proviamo a trarre un bilancio di questa fase politica

Cattolici in Cina: la Chiesa sotterranea ai raggi X L’accordo fra Chiesa e Cina sembra sempre più vicino: le due comunità cattoliche verranno unite, ma i vescovi della comunità non ufficiale ne denunciano i pericoli. Il professor Fenggang Yang spiega come questa comunità reagirà all’accordo
di

Una parte importante dell’accordo che dovrebbe portare a normalizzare i rapporti fra Cina e Vaticano riguarda anche il superamento dello spaccamento fra queste due comunità: quella sotterranea dovrebbe essere assimilata sotto le insegne della comunità ufficiale, la cosiddetta Associazione Patriottica Cattolica.