Navigazione: 27febbraio

Visti da fuori: gli occhi del mondo sull’Italia prima del voto A un passo dal rinnovo del Parlamento, l’Italia si ‘scompone’ sotto lo sguardo della stampa estera. Intervista a Alberto Martinelli, dell’Università statale di Milano
di

Due aspetti, in particolare, alimentano la discussione sulla stampa estera: la natura camaleontica del Movimento 5 Stelle e l’ euroscetticismo diffuso tra i cittadini. In effetti, entrambi risultano collegati nella misura in cui il Movimento agisce da rivelatore di dissenso rispetto alle politiche dell’Unione.

Israele: deportazioni forzate di africani, schiavitù degli immigranti dall’Est Europa Gli africani deportati in Rwanda e Uganda vengono derubati e successivamente espulsi; i migranti ucraini e georgiani sfruttati dalle ditte israeliane
di

E Governo di Tel Aviv ha offerto asilo politico a soldati e ufficiali eritrei che disertano per carpire segreti militari e arruolare mercenari.
L’Alto Commissariato ONU per i Rifugiati, UNHCR, ha recentemente accusato il Governo ruandese di non offrire alcuna assistenza ai rifugiati etiopi e sudanesi deportati da Israele e di non facilitare il loro inserimento nel tessuto socio economico autoctono.

Catalogna: l’estrema destra visibile ma difficilmente vincente La crisi catalana fa ritornare sotto i riflettori la destra radicale: ne parliamo con gli analisti spagnoli Carmen González e Xavier Casals
di

Se guardiamo come si sono mosse le forze d’estrema destra negli ultimi decenni, ci rendiamo conto che, come afferma Xavier Casals i Meseguer, storico spagnolo ed esperto del tema, l’estrema destra è una ‘presenza assente’ nel  Paese.

Ue: verso i beni pubblici europei La proposta del ministro Padoan di inserire tale concetto nel bilancio comunitario. L’intervista a Franco Mosconi, docente di Scienze politiche e delle relazioni internazionali presso l’Università di Parma
di

Bene pubblico europeo: un concetto da definire per il suo inserimento nel prossimo bilancio comunitario. Ad affermare ciò è stato il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, intervenuto il 19 febbraio

Dal Caravaggio al dialogo Spagna Italia L’offerta degli Uffizi dopo il boom di presenze per l’artista della luce, si arricchisce di nuove proposte e suggestivi allestimenti
di

Dopo il clamore mediatico delle nuove Sale dedicate al Caravaggio ed alla pittura Seicentesca, visitate nel primo giorno d’apertura (gratuita) al pubblico da 2000 persone, su cui ci soffermeremo più avanti, ecco aprirsi ai nostri occhi una Mostra curiosa, istruttiva dal titolo Spagna e Italia in dialogo nell’Europa del Cinquecento