giovedì, Aprile 22

Sturgeon: ‘Referendum su Scozia indipendente dopo la Brexit’

0

«Credo fortemente che alla fine del processo di Brexit, non ora, ma quando i termini del negoziato saranno noti, la Scozia debba poter scegliere sul proprio futuro: o seguire il Regno Unito sul sentiero della Brexit o diventare un Paese indipendente». A dirlo la premier scozzese Nicola Sturgeon, che ha lanciato il programma elettorale del suo partito Snp per le elezioni anticipate dell’8 giugno.

La questione con la Gran Bretagna è aperta, visto che alle scorse elezioni gli scozzesi avevano votato per rimanere nella Ue. «Il Partito nazionale scozzese sta offrendo agli elettori una nuova scelta sull’indipendenza alla fine del processo di Brexit», ha aggiunto la Sturgeon, che ha ricordato quindi lo scorso referendum del 2014, con il quale però la Scozia rifiutò l’indipendenza con un margine di 10 punti percentuali.  Stavolta però è diverso.

Un voto a favore del Snp nelle elezioni anticipate dell’8 giugno rafforzerà, secondo la Sturgeon, la posizione della Scozia di fronte a un governo conservatore: «Ora più che mai abbiamo bisogno che la voce dell’Snp sia forte a Westminster in modo da contrastare un governo tory». Secondo la premier scozzese, i Labour di Jeremy Corbyn, «ha dimostrato, senza dubbio, nella scorsa legislatura, che non sono in grado di fornire l’opposizione necessaria per tenere i Tories sotto controllo. Solo il partito nazionalista scozzese può fornire l’opposizione solida di cui la Scozia ha bisogno per proteggere le nostre scuole, ospedali e servizi pubblici vitali dai tagli dei tories e dalla crescente austerità».

(video tratto dal canale Youtube del Telegraph)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->