giovedì, Maggio 13

Strapaese delle meraviglie .2

0
1 2


In questo nostro Strapaese delle meraviglie si crede di poter ingannare tutti per sempre. Dimenticando l’ammonimento di Thomas Jefferson, padre fondatore degli Stati Uniti e poi suo Presidente: “Si possono ingannare tutti per qualche tempo, qualcuno per sempre, impossibile ingannare tutti per sempre”.

Nel nostro viaggio per raccontare l’Italia, ‘Paese di fenomeni’ grande e ricco ridotto non a Paese povero ma a povero Paese, incontriamo un simpatico soggetto, dalle istruttive vicissitudini. Antonio Azzollini, Presidente della Commissione Bilancio del Senato, è stato salvato dal voto dei suoi compagni di merende, espressione tecnicamente calzante, parlando dell’uomo alla guida per oltre un decennio di questo cruciale snodo economico. Richiesta di arresti domiciliari avanzata dalla Procura di Trani per la vicenda della Casa di Cura Divina Misericordia, respinta. Azzolini salvato, Governo salvato. Tutto salvato, fuorché l’onore. Politicamente si conta sul fatto che a fine Luglio la gente sia distratta, od ormai abituata al peggio. Ma in una situazione di progressione geometrica del discredito politico, anche solo un altro po’ di benzina sul fuoco può essere esiziale. E il marginale caso del marginale (ma non troppo) Azzollini sta già dimostrando di essere l’evento finale che dà il via ad una possibile valanga. E la slavina del discredito, poi, travolge tutti.

Episodio utile per provare a rispondere alla nostra domanda. Dopo esserci chiesti, al nostro primo appuntamento, ‘Cosa abbiamo fatto per meritarceli?’, proviamo a capire. ‘Cosa abbiamo fatto per meritarceli‘. Questi che, come i ladri di Pisa, e magari, giusto per rimanere in Toscana, di Firenze e Fivizzano, litigano di giorno e rubano assieme di notte. O, al più, compongono e riscompongono le bande criminali. La compagnia di giro di Silvio Berlusconi e Matteo Salvini, Massimo D’Alema e Giorgia Meloni, Angelino Alfano e Paolo Ferrero, ‘Giovani furbi‘ e ‘Vecchi stolti‘ che continua a tenere la barra del timone. Con Matteo Renzi che appare, e in tale contesto forse è, un gigante.

In questo anno, ormai oltre la metà del proprio trascorrere, ne abbiamo avuto continuo esempio. A partire dalle vicende di ‘Mafia Capitale‘, già cominciata a rivelarsi a fine 2014, capitolo cruciale dell’autobiografia della nazione. E in questa settimana plastica rappresentazione. Già, e Jefferson? “Si può ingannare tutti per qualche tempo, qualcuno per sempre, impossibile ingannare tutti per sempre”. Magari non lo si dimentica, si conta sul fatto che non serve ingannare tutti per sempre, basta una discreta, neppure eccessiva, fetta di subornati se gli altri, quelli che comprendono e non ne possono più, si limitano alla indignazione ed a qualche mugugno. Ecco cosa abbiamo fatto per meritarceli. Soprattutto quelli che potrebbero e vorrebbero cambiare le cose e per ignavia non lo fanno. I più responsabili.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->