venerdì, Aprile 23

Stati Uniti: anche le auto della polizia diventano ibride Ecco la Ford Fusion Special Service, la prima ibrida plug-in adibita alle forze di polizia e ai vigili del fuoco

0

In arrivo, per la polizia americana, una novità a quattro ruote: la Ford Fusion Special Service. Ben presto, infatti, sempre più Ford Fusion, corrispondenti in Europa alle Ford Mondeo, prenderanno servizio nei suoi dipartimenti. Dopo essere stata presentata in primavera al salone di New York della Ford Police Responder Hybrid Sedan, la casa automobilistica Ford ha reso nota al pubblico la prima ibrida plug-in adibita alle forze di polizia e ai vigili del fuoco. Sebbene la Ford Fusion Special Service non sarà impiegata come auto da pattuglia, ma sarà a disposizione solo di agenti in borghese e di altri funzionari del governo, un altro passo sembra stia per essere compiuto verso un trasporto più sostenibile.

Peraltro, essendo la Ford uno dei principali fornitori delle pubbliche amministrazioni statunitensi nell’ ambito della polizia, la maggiore sostenibilità di tali veicoli potrebbe divenire maggiore efficienza e maggiore risparmio per i cittadini. Come si vede nel video, la Ford Special Service Plug-In Hybrid possiede tutti gli optionals tipici di una vettura della polizia: le luci LED rosse e blu; i sedili anteriori rinforzati per evitare accoltellamenti da parte del passeggero posteriore; gli alloggi per posizionare armi di grosso calibro; la funzione di disattivazione dell’ apertura della porta posteriore; la possibilità di oscurare l’ illuminazione della strumentazione interna ed esterna in caso di operazioni in ingognito.

La vera novità consiste però nell’ alimentazione ibrida. Con una ricarica completa, la berlina ibrida plug-in per i ‘servizi speciali’ può percorrere fino a 21 miglia con la sola elettricità a velocità fino a 85 miglia orarie, prestazione molto simile a quella delle Ford Fusion civili. Entrambe le versioni sono dotate di un motore a gas a quattro cilindri Atkinson da 2,0 litri e un motore elettrico con una batteria agli ioni di litio da 7,6 kilowattora. La ricarica della batteria richiede circa 2,5 ore utilizzando una presa di corrente standard.  L’ inizio degli ordini sarebbe previsto per il prossimo mese di dicembre. 

(Video tratto dal canale Youtube Business Insider)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->