martedì, Aprile 13

Spazio: Vostochny tra futuro roseo, fallimenti e corruzione Anche ritardi nei lavori e scioperi della fame degli operai non pagati, hanno fatto sì il cosmodromo voluto da Putin sia ben lontano da quel che dovrebbe essere

0

Il nuovo cosmodromo Vostochny dovrebbe diventare il simbolo di una Russia prospera e all’avanguardia nella scienza e nella tecnica. Diversi i lanci sfortunati da questo posto, soprattutto nel 2016 e nel 2017.

Ma i lanci ‘sfortunati’ non sono l’unico problema di Vostochny: ritardi nei lavori e scioperi della fame degli operai non pagati, hanno fatto sì il cosmodromo voluto da Putin nell’estremo oriente russo sia ben lontano da quel che dovrebbe essere, ossia il fiore all’occhiello della nuova industria spaziale della Russia.

E mettiamoci anche la corruzione. Sì perché l’ex capo di un’importante impresa statale incaricata di costruire il cosmodromo di Vostochny è stato condannato, insieme ai suoi colleghi, a 12 anni di carcere per frodi di massa. Il procuratore generale ha stabilito tre anni fa che 7,5 miliardi di rubli ($ 126 milioni) sono stati sottratti durante la costruzione di questa struttura. I colpevoli inoltre sono stati condannati a risarcire l’Agenzia spaziale federale Roscosmos per 5 miliardi di rubli di danni per appropriazione indebita di fondi nel 2007 e nel 2008.

 

Mosca però ci punta ancora: il cosmodromo Vostochny, colosso da 5 miliardi di dollari, secondo i vertici è di vitale importanza per garantire l’accesso indipendente dello spazio alla Russia.

(video tratto dal canale Youtube di Russia Insight)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->