lunedì, Ottobre 18

Spazio: scoperte nuove super spirali 'Sono più luminose e massicce delle galassie più grandi e brillanti di cui abbiamo notizia'

0

La NASA ha portato a termine una importante ricerca. Scoperte nuove super spirali, galassie in grado di competere per dimensioni e luminosità con le galassie più massicce dell’Universo. Gli studiosi hanno pure scoperto che tutti questi giganti presentano una forma a spirale, ma non si spiegano come si siano potuti formare.

«Abbiamo scoperto una nuova classe di galassie a spirale, precedentemente non riconosciuta. Sono più luminose e massicce delle galassie più grandi e brillanti di cui abbiamo notizia», dice Patrick Ogle, astrofisico dell’Infrared Processing and Analysis Center (IPAC) presso il California Institute of Technology di Pasadena. «È come se avessimo scoperto una nuova specie animale delle dimensioni di un elefante, incredibilmente passata inosservata agli occhi degli zoologi».

«La scoperta delle galassie super spirali è il frutto dell’analisi dei contenuti del database NED (NASA/IPAC Extragalactic Database, un archivio online che contiene dati su oltre 100 milioni di galassie, ndr) e questo ha permesso di effettuare una selezione attenta e sistematica di dati provenienti da diverse fonti sugli stessi oggetti», spiega George Helou, co-autore dello studio e direttore esecutivo dell’IPAC. «Il NED è sicuramente in possesso di molte altre preziose informazioni, e spetta a noi scienziati porre le domande giuste per farle emergere».

(video tratto dal canale Youtube dell Wall Street Journal)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->