mercoledì, Agosto 4

Spagna vs Catalogna, muro contro muro E Baghdad sospende i voli da e per il Kurdistan. Tensioni anche tra Stati Uniti e Cuba

0
1 2


Aleksei Navalny è stato fermato a Mosca dopo essere uscito di casa per prendere un treno per recarsi a Nizhny Novgorod, dove avrebbe dovuto tenere un comizio nel quadro della sua campagna elettorale per le presidenziali del prossimo marzo a cui tuttavia non è detto che sarà autorizzato a partecipare. Lo ha reso noto lo stesso oppositore in un tweet. È la terza volta che Navalny viene fermato quest’anno.

A proposito di Russia e Twitter, la piattaforma di microblogging ha annunciato di aver bloccato 201 account legati ad entità russe perché ritenuti coinvolti nella diffusione di fake news durante le elezioni presidenziali americane. Twitter ha inoltre scoperto che l’emittente Russia Today avrebbe speso 274.000 dollari nel 2016 in spese di promozione che miravano in modo certo o probabile al mercato americano. All’inizio di questo mese un altro gigante dei social, Facebook, aveva riferito di aver venduto circa 100.000 dollari in annunci politici acquistati dalla Russia finalizzati a influenzare la politica degli Stati Uniti.

In Tunisia le forze di sicurezza tunisine hanno arrestato a Sfax, città della Tunisia orientale, uno dei più importanti trafficanti di esseri umani del Paese. L’uomo, che dirigeva i traffici illegali diretti verso le coste italiane ed era da lungo tempo ricercato dalla polizia, è finito in manette nel corso di un blitz scattato nel quartiere di Sidi Mansour.

In Turchia continua la caccia ai presunti affiliati dell’organizzazione che fa capo all’imam Fetullah Gulen L’Ufficio del procuratore capo di Izmir ha spiccato un mandato di arresto per oltre un centinaio di militari nell’ambito nell’inchiesta sul tentato golpe del 15 luglio 2016. È tuttora in corso un’operazione in 45 province con l’intento di arrestare 117 militari, tra cui 98 soldati in carica e 19 no.

La crisi causata dalla rivolta di Boko Haram nel nordest della Nigeria ha provocato la chiusura di oltre il 57% delle scuole nello stato del Borno, quello maggiormente colpito, anche se il nuovo anno scolastico è cominciato. Lo denuncia l’Unicef, ricordando che dal 2009, nel nordest, oltre 2.295 insegnanti sono stati uccisi. 19.000 sono stati sfollati. circa 1.400 scuole sono state distrutte e la maggior parte non possono riaprire a causa di ingenti danni o perché sono in aree ancora poco sicure. Si stima che 3 milioni di bambini abbiano bisogno di supporto per l’istruzione.

È salito a quattro morti e oltre 20 feriti il bilancio dell’attentato kamikaze eseguito a Kabul, in Afghanistan, vicino a una moschea sciita. L’attacco nel quartiere di Qala-e-Fatullah ha provocato il ferimento anche di alcuni bambini.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->