domenica, Maggio 9

SpaceX, riuscita la missione di rifornimento alla Stazione Spaziale Internazionale

0

Missione compita per lo SpaceX, che ha portato a casa l’undicesima missione di rifornimento alla Stazione Spaziale Internazionale. Il cargo Dragon è andato in orbita in perfetta efficienza e il primo stadio del Falcon 9 è atterrato senza difficoltà a pochi chilometri dal luogo da cui era decollato, ossia dal Kennedy Space Center.

La partenza dello SpaceX era stato inizialmente programmato per il 1° giugno ma il meteo sfavorevole aveva bloccato tutto. Il 3 giugno invece il Falcon 9 ha ricevuto l’ok al decollo Si è trattato della centesima partenza da quella storica zona di lancio (sommando 12 Saturn V, 82 STS-Shuttle e 6 Falcon 9) dai tempi della sua inaugurazione, poco meno di 50 anni fa, nel novembre del 1967.

E oggi gli astronauti Peggy Whitson e Jack Fischer hanno eseguito con successo la cattura con il braccio robotico del modulo di rifornimento lanciato dallo SpaceX. A bordo della Dragon ci sono circa 2,5 tonnellate di rifornimenti, che contemplano soprattutto nuovi esperimenti per gli astronauti nel campo dell’astrofisica e delle scienze della Terra. Tra questi spicca il telescopio a raggi X della NASA Neutron Star Interior Composition Explorer (NICER) che una volta installato all’esterno della Stazione avrà il compiuto di studiare le stelle di neutroni e comprenderne la composizione interna.

(video tratto dal canale Youtube di Associated Press)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->