sabato, Ottobre 16

Siria e sicurezza aerea: Russia – Usa vicini ad accordo field_506ffb1d3dbe2

0

Forse ci siamo: Usa e Russia sono vicini ad una intesa sulla sicurezza aerea nei cieli della Siria. A darne notizia è il Pentagono. «Il ravvicinamento delle posizioni sui punti chiave del futuro documento è stato riconosciuto», si legge in un rapporto del ministero della Difesa russo, dopo i nuovi colloqui avuti. «La successione delle ulteriori mosse delle parti è stata concordata. La discussione, come le precedenti, è stata professionale e ha avuto luogo in un’atmosfera costruttiva».

Gli Stati Uniti, secondo quanto riportato dalla rete BBC, si dicono soddisfatti dei progressi nei colloqui con la Russia sulla sicurezza aerea in Siria: «Le due parti stanno finalizzando il testo dell’accordo». Un accordo importante, che permette così alle due potenze di agire evitando possibili attacchi accidentali, come avvenuto nelle scorse settimane, quando i caccia delle due nazioni sono anche arrivati a contatto visuale. Secondo il portavoce delle forze armate Usa, Steve Warren, sabato scorso due aerei americani e due russi «sono entrati nello stesso spazio di battaglia». E a confermarlo è stato anche il ministero della Difesa di Mosca, secondo cui un caccia russo Su-30 Sm è arrivato a quasi 2,5km da un aereo americano, non per incutere timore ma solo per identificare il velivolo, che era stato segnalato da un altro pilota. E visto che i casi simili nelle ultime settimane sono aumentati, un accordo del genere sembra essere la soluzione migliore.

(video tratto dal canale Youtube della CNN)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->