domenica, Settembre 19

Sinistra e Sud: Crocetta resiste, Vendola imputato field_506ffb1d3dbe2

0
1 2


All’Assemblea Regionale Siciliana il Governatore Rosario Crocetta ribadisce la propria volontà di non dimettersi sulla base di falsi scoop e avverte la minaccia di poteri occulti contro la democrazia. Ma il suo stesso Partito Democratico non esclude nessuno scenario, Governo e vertici siciliani si riuniranno a Roma per fare le loro valutazioni. Dopo 41 anni arrivano le sentenze sulla strage di Brescia, costata otto vittime e centinaia di ferite. Confermati i sospetti su Carlo Maria Maggi, medico affiliato a Ordine Nuovo. Riforme, approvati il decreto legge in materia fallimentare e la legge europea 2014 per l’adempimento degli obblighi italiani, slitta ancora la discussione sulla Rai ma il voto è previsto per il prossimo 31 luglio. Firmato anche il protocollo per il finanziamento all’edilizia scolastica. Caos sulle unioni civili, il Ministero di Economia e Finanza anticipa su twitter gli oneri dell’applicazione della legge, ma non invia la relazione alla commissione Giustizia del Senato, che rimanda così l’inizio dei lavori. Ilva di Taranto, rinvio a giudizio per 47 imputati, tra questi il leader di Sinistra, Ecologia e Libertà Nichi Vendola, guai giudiziari anche per il senatore Denis Verdini, accusato di bancarotta. Proprio oggi si è incontrato con Silvio Berlusconi per recuperare il rapporto con il Cavaliere in Forza Italia. Da Genova parte l’iniziativa del movimento Possibile, per Pippo Civati l’obiettivo è arrivare nel 2016 al referendum sulle riforme dell’esecutivo.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->