venerdì, Settembre 17

#Sharingdaddy, i papà ce la possono fare Intervista a Francesco Facchini, giornalista e padre single che dice 'I padri ce la possono fare'

0
1 2


Allora Facchini come si mangia un elefante?

A pezzettini (ride ndr). E’ una frase che può sembrare strana ma è così. L’elefante è la paura e la paura si affronta a pezzettini, sviscerando il problema un po’ alla volta. Se guardiamo quello che ci fa paura nel suo insieme l’ansia ci assale e la paura sarà la vincitrice. Se riusciamo a scompattare il problema, a vederlo un pezzo alla volta, allora il vincitore sono io. La paura è l’elefante che ho deciso di mangiare a pezzettini.

La paura fa parte della vita, se poi di hai un figlio la paura diventa una costante?

Se si è un padre single la paura è sempre lì. Spesso ci ha un concetto sbagliato di questa emozione, certo, quando abbiamo un problema magari ci sentiamo impietriti, non sappiamo che strada prendere ma la paura può anche diventare la nostra migliore alleata. La paura ci permette di imparare la cose al doppio della velocità, è la paura che ti permette di essere più lucido e la lucidità è importante.

Un padre single come affronta la vita e la paura?

La vita piano piano imparo a gestirla, imparo sul campo, giorno dopo giorno. Metto al centro mio figlio, le sue necessità, la sua felicità. Non abbiamo regole fisse. Tolte le cose ‘obbligatorie’ per un bambino, ovvero, mangiare, dormire, giocare, andare a scuola, il resto è flessibile. Il mio lavoro si adatta al bambino ma a volte succede il viceversa. L’importante che lui si sereno e per capirlo basta guardarlo negli occhi. Per un padre single, come dicevo prima, la paura è una costante ma si può vincere insieme facendo sharing. Il mio sito vuole fare proprio questo, vuole essere un posto dove la negatività resta fuori dalla porta.

Non c’è spazio per piangersi addosso?

No assolutamente. Lo sappiamo tutti che la vita non è facile ma io voglio fare #sharing, voglio che noi padri single, che non abbiamo voce, riusciamo a prendere le cose con un sorriso. Voglio che i padri single come me abbiano un angolino virtuale dove potersi scambiare consigli pratici. Da come si puliscono i vetri di casa a come si organizza un viaggio con un bimbo piccolo. Un posto che è un po’ la casa di questi uomini senza voce che insieme possiamo farci sentire. Siamo un a realtà, siamo tanti, e vogliamo fare i padri e, anche se da soli, ce la possiamo fare.

Ecco allora che i padri, quelli veri, da oggi hanno un posto dove poter parlare liberamente, dove poter raccontare la loro felicità, perché non è vergognoso essere felici anche se si vive in un modo ‘diverso’. #Sharingdaddy lascia fuori la negatività e il pregiudizio, perché essere diversi non vuol dire essere sbagliati, perché essere padri single è anche una risorsa e non necessariamente una sconfitta. Facchini mette a disposizione di tutti le proprie esperienza ma è sempre pronto ad accogliere nuovi consigli, perché insieme i padri ce la possono fare.

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->