mercoledì, Settembre 22

Senta Berger: il cinema che cambia "Mi guardo indietro e vedo che ho avuto la fortuna di fare quel che volevo e mi piaceva"

0
1 2


Lei ha lavorato molto anche con un regista controverso come Sam Peckinpah…

Controverso è poco. Era in guerra col mondo, produttori, sceneggiatori, tutto l’establishment di Hollywood che lo faceva dannare, perchè gli faceva problemi di budget, e poi di montaggio, di distribuzione…Ma era un genio. Sono molto contenta di aver lavorato con lui.

 

Con lei e con gli altri attori era brusco, irritante?

Tutt’altro. Era amabile. Anche lui aveva fatto l’attore, e sapeva bene come siamo fatti, come e quando lasciarci briglia sciolta, come e quando aiutarci a trovare i tempi giusti. Con me, poi, non ha mai litigato.

 

Si pente o ha rimorsi di qualcosa, dal punto di vista artistico, voglio dire?

No, direi di no. Mi guardo indietro e vedo che ho avuto la fortuna di fare quel che volevo e mi piaceva; e ancora oggi con mio marito e i miei figli faccio quello che voglio e mi piace. Certo, il mondo del cinema è molto cambiato dai miei tempi. Ma tutto cambia, ed è giusto così. Sai che noia e tristezza, altrimenti….

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->