giovedì, Settembre 16

Schermo TV trasparente? Ci ha pensato Panasonic Il nuovo prototipo OLED che scompare

0

Un televisore trasparente? Tra i primi a realizzarlo, la Panasonic. Il nuovo prototipo OLED si presenta interamente trasparente, dalla base di appoggio al display.  Diversi sono i modelli che l’ azienda giapponese ha esibito nelle fiere dell’ elettronica domestica degli ultimi anni . 

L’ ultimo modello è un Ultra HD, quindi in grado di garantire altre prestazioni, dal punto di vista della risoluzione. Montato in una libreria da soggiorno, l’aspetto potrebbe trarre in inganno in quanto del tutto simile a quello di una vetrina a scorrimento. Quello che potrebbe sembrare un semplice vetro nasconde in realtà uno schermo capace di funzionare come qualsiasi televisore.

Molteplici gli usi. L’ effetto è sicuramente vicino ad una sorta di realtà aumentata e questo lo rende potenzialmente idoneo ad essere installato non solo nelle case, ma anche in negozi o addirittura musei. Uno schermo ad altissima definizione come quello che si avvale della tecnologia OLED potrebbe rendere più piacevole lo shopping o la fruizione di opere d’ arte.

Nonostante non sia ancora disponibile sul mercato, il prototipo Panasonic fa ben sperare sui futuri risultati che questo settore potrebbe raggiungere soprattutto in quell’ ambito che Panasonic definisce “Future Lifestyle“, ossia ottimizzare le funzionalità degli oggetti presenti nelle abitazioni.

(Video tratto dal canale Youtube Viral in USA)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->