domenica, Giugno 20

#SaveTheOldCityTripoli, la campagna di Hiba Shalabi la fotografa ha lanciato una campagna di social media al fine di promuovere il patrimonio culturale della città

0

Mentre la Libia continua ad essere trascinata in una lunga guerra civile, un fotografo sta tentando di proteggere l’identità storica della sua capitale, Tripoli. Fondata dai Fenici nel 7° secolo, Tripoli è sede di un’architettura che rivela l’influenza degli imperi del passato.

Sotto i romani, Tripoli è stata un’importante arteria del commercio ottomano e uno dei Paesi più prosperi dell’Africa per gran parte del XX secolo. Tuttavia, mentre diverse fazioni lottano per il potere dopo la scomparsa dell’ex leader Muammar Gheddafi, il futuro di alcune delle città più importanti della Libia risulta ancora incerto, offuscato da lotte politiche intestine e dalla minaccia di gruppi collegati all’ISIS.

E ora tocca ai residenti proteggere la ricca storia del Paese e della capitale. Ora la fotografa Hiba Shalabi sta documentando come l’illegalità ha portato la vecchia città di Tripoli a cadere in rovina. Per questo ha lanciato una campagna di social media, #SaveTheOldCityTripoli, al fine di promuovere il patrimonio culturale della città.

(video tratto dal canale Youtube di RT)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->