giovedì, Settembre 16

Russiagate, il WP conferma: ‘Russi aiutarono Donald Trump’ Lavrov: 'Poroshenko sta progettando una provocazione armata in Crimea'

0

L’Arabia Saudita respinge la risoluzione del Senato americano che la settimana scorsa ha accusato il principe ereditario Mohammed bin Salman dell’omicidio di Jamal Khashoggi. In una nota, il ministero degli Esteri saudita fa sapere di «respingere categoricamente ogni interferenza nei suoi affari interni” e condanna ogni tentativo di minare la sua sovranità».

Passiamo alla Turchia, dove non si fermano i raid dell’aviazione contro il Pkk curdo in nord Iraq. Almeno «7 terroristi che stavano preparando un attacco alle nostre basi sono stati neutralizzati» in bombardamenti condotti ieri dai jet di Ankara nelle regioni di Gara e Hakurk, fa sapere il ministero della Difesa.

In Grecia, una bomba è esplosa fuori dalla tv privata greca Skai, vicino Atene. L’esplosione si è verificata poco dopo le due fuori dal quartier generale dell’emittente. per fortuna diversi danni ma nessun ferito, Non c’è stata ancora una rivendicazione, ma si pensa possa essere di matrice anarchica.

In Libano, migliaia di manifestanti si sono radunati a Beirut per protestare contro il carovita e il perdurare dello stallo politico e istituzionale. Una manifestazione popolare che non si vedeva dal 2015.

Chiudiamo con lo Yemen, perché la tregua comincerà dalla mezzanotte locale e si applicherà alla regione costiera di Hudayda e a quella di Taiz nel sud ovest. Lo riferiscono fonti diplomatiche dell’Onu.

Visualizzando 2 di 2
Visualizzando 2 di 2

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->