sabato, Settembre 25

Russia, razzi dai sottomarini contro l’Isis in Siria Intanto secondo il portavoce del ministero della Difesa, Igor Konashenkov, jet russi hanno ucciso 304 terroristi negli ultimi due giorni

0

La Russia continua la sua battaglia contro l’Isis in Siria. Dieci razzi sono stati lanciati da alcuni sottomarini, mentre secondo il portavoce del ministero della Difesa, Igor Konashenkov, jet russi hanno ucciso 304 terroristi negli ultimi due giorni. Tra le vittime Abu Islyam al-Kazaki che coordinava l’operazione delle forze di assalto dell’Isis nella valle dell’Eufrate.

Intanto è di ieri la notizia che sarebbero stati uccisi tutti e due i prigionieri russi catturati dall’Isis in Siria. Secondo fonti vicine ai jihadisti raccolte dal quotidiano ‘Al-Qaud‘, i due sarebbero stati arsi vivi, la stessa sorte subita nel febbraio 2015 dal pilota giordano Muad Kasasbeah. Si parla anche della pubblicazione a breve del video della orribile esecuzione.

(video tratto dal canale Youtube di RT)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->