giovedì, Agosto 5

Robot alla riscossa, addio al lavoro manuale

0

L’ automazione industriale sta diventando un vero e proprio problema per la classe media americana, che si ritrova a dover fare i conti con la riduzione o addirittura la perdita di posti di lavoroperdita di posti di lavoro. Questi robot fanno impallidire i più sofisticati film di fantascienza creando seriamente un problema per quali oprai che si vedono sostituire nelle loro mansioni lavorative, non da colleghi più aualficati o da crisi di settore, ma da macchine artificiali. A tal proposito proprio durante questa settimana si terrà presso l’Istituto Milken a Beverly Hills in California una conferenza a livello mondiale per cercare di risolvere le suddette problematiche.

La costante e sempre più numerosa presenza di robot nella società ha principalmente messo in crisi i lavoratori nel settore agricolo, in quello della vendita al dettaglio, nella ristorazione e principalmente nelle fabbriche. Il rischio di un abuso nell’utilizzo di questi mezzi preoccupa non poco gli addetti ai lavori, che vedono da un lato le aziende approfittarsi dell’utilizzo delle macchini perché meno costose rispetto all’assunzione di ulteriori operai e da un lato l’aumento del tasso di disoccupazione. L’obiettivo del congresso di Miken è quello di ristabilire l’equilibrio tra macchina e umano  proponendo diversi modelli di mandino combinate in grado di prevenire le cosiddette sostituzioni.

 

(Fonte video tratta da canale YouTube ‘Wochit Business‘)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->