martedì, Settembre 21

Renzi e il sodalizio con Amazon

0

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha incontrato l’amministratore delegato di Amazon, Jeff Bezos a Firenze. Durante un tour tenuto personalmente dal Premier a Palazzo Vecchio, il Ceo del più grande sito di shopping online ha potuto parlare degli investimenti che l’azienda intende fare sul territorio italiano. Amazon ha annunciato in una nota ufficiale, diramata in mattinata, che avvierà la costruzione di un centro di distribuzione anche nel Lazio «per soddisfare la crescita della domanda anche in Italia». Un operazione che costerà 150 milioni ad Amzon e che è stata presentata con soddisfazione da Roy Perticucci, il Vice-President Operations Europe «Negli ultimi cinque anni abbiamo creato più di 1.000 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato nel nostro centro di distribuzione attivo a Castel San Giovanni e oggi siamo lieti di annunciare che ne impiegheremo altri 1.200 nel nuovo polo di Passo Corese nei prossimi tre anni» ha spiegato Perticucci, aggiungendo «Questa nuova unità operativa sarà integrata nel network di Amazon che conta ventinove centri di distribuzione in sette Paesi europei, che ci permettono di rispondere alla crescita della domanda e di mantenere le nostre promesse di consegne veloci e affidabili ai clienti in Italia. Sono convinto che da questo investimento trarrà vantaggio anche l’economia locale, con nuovi posti di lavoro e nuove opportunità per le imprese di collaborare con uno dei più avanzati network logistici al mondo, che raggiunge milioni di clienti in tutta Europa2».

(fonte video tratta da canale YouTube ‘Palazzo Chigi‘)

Foto di Tiberio Barrichelli

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->