domenica, Aprile 18

Putin e quell’immagine da pagliaccio gay messa al bando

0

L’immagine di Vladimir Putin in versione clown gay come segno di protesta contro l’omofobia. Il fotomontaggio, diventato popolare durante le manifestazioni del 2013, è però entrato ora nella lista di oltre 4.000 immagini che è vietato diffondere.

A dirlo una sentenza della corte russa della città di Tver, dove a maggio l’oppositore A.V. Tsvetkov è finito sotto processo per aver pubblicato la vignetta sul social network Vkontakte. In particolare nel mirino c’è la legge sulla ‘propaganda gay’ emanata nel 2013, secondo cui è vietata la diffusione di materiali e informazioni sui diritti LGBT.

Il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, ha parlato recentemente di «un centinaio di sospetti omosessuali arrestati dagli agenti della sicurezza in Cecenia, in un blitz nel corso del quale sono morte tre persone». La notizia dell’avvio di una campagna persecutoria contro i membri della comunità LGBT in Cecenia è stata smentita dal portavoce del presidente ceceno Ramzan Kadyrov. Notizia smentita però dal ministero degli Interni della Regione. Ma notizie contrarie arrivano da altre fonti. E l’allarme per le comunità gay in Russia è reale.

(video tratto dal canale Youtube della CNN)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->