giovedì, Dicembre 2

Putin: ecco le nuove armi per lanciare un messaggio agli Usa Con l'annuncio a sorpresa ha voluto ribadire il ruolo di potenza nucleare della Russia, interessata sì a collaborare, ma non a subire tentativi di contenimento militare ed economico

0

Un nuovo missile da crociera con un sistema di propulsione nucleare. Il presidente russo Vladimir Putin, nel suo discorso alle Camere, con l’annuncio a sorpresa ha voluto ribadire il ruolo di potenza nucleare della Russia, interessata sì a collaborare, ma allo stesso tempo non intenzionata a subire tentativi di contenimento militare ed economico.

Nel descrivere il nuovo missile, Putin lo ha definito invulnerabile ai sistemi antiaerei e da non poter essere fermato dagli scudi americani in Europa e Asia. Ma non è l’unica novità, perché è stata annunciata dal presidente anche la realizzazione di un drone sottomarino.

«In Russia sono stati creati degli apparecchi autonomi che sono capaci di spostarsi negli abissi a distanza intercontinentale», ha detto Putin, secondo cui le nuove armi sono state messe a punto in ‘risposta’ ad azioni di altri Paesi e come difesa qualora la Russia si sentisse minacciata. «Abbiamo detto diverse volte ai nostri partner che avremmo preso delle misure in risposta al piazzamento dei sistemi antimissili americani. Nonostante tutti i problemi che abbiamo affrontato, la Russia era e rimane una potenza nucleare, ma nessuno ci ha ascoltato. Allora ascoltateci adesso», ha ammonito.

E avverte che non saranno tollerati gesti contro il suo Paese: «Qualunque uso di armi nucleari contro la Russia, o i suoi alleati, di potenza piccola, media o qualunque altra, sarà percepito come un attacco nucleare. La risposta sarà immediata e con tutte le conseguenze evidenti».

(video tratto dai canali Youtube di Euronews e RT)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->