giovedì, Settembre 23

Putin in Siria e l’annuncio a sorpresa: via le truppe russe Il presidente: 'Ho dato istruzioni al ministero della Difesa di iniziare il ritiro del gruppo di truppe verso il loro luogo di dislocazione permanente'

0

Vladimir Putin va di nuovo in Medio Oriente. Il presidente russo è atterrato a sorpresa nella base aerea di Hmeymim, in Siria, prima di volare al Cairo dove ha incontrato il leader egiziano Abdel Fatah al-Sisi in un vertice incentrato sulla questione di Gerusalemme.

E l’arrivo in Siria non ha risparmiato ulteriori sorprese: infatti Putin ha ordinato il ritiro delle truppe russe dal Paese: «Ho dato istruzioni al ministero della Difesa di iniziare il ritiro del gruppo di truppe verso il loro luogo di dislocazione permanente».

L’intervento russo a sostegno del presidente siriano Bashar al-Assad era scattato il 30 settembre 2015.

Intanto però Putin ha altri problemi di cui discutere, ossia la questione Gerusalemme dopo le parole di Donald Trump. I Paesi arabi stanno cercando una posizione comune. La Russia ha riconosciuto Gerusalemme Ovest come capitale di Israele, ma a patto che Gerusalemme Est diventi quella del futuro, possibile Stato palestinese. Una scelta che potrebbe diventare una base di compromesso fra i Paesi arabi meno critici con Trump, a partire dall’Arabia Saudita, e quelli che vorrebbero iniziative molto forti per contrastare la politica della Casa Bianca.

(video tratti dal canale Youtube di RT)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->