giovedì, Maggio 13

Putin: armi nucleari possibili in Siria Il leader del Cremlino non vede tale minaccia nucleare, però...

0

Vladmir Putin afferma che potrebbe, se necessario, usare le armi nucleari nella guerra in Siria, anche se ritiene tale azione al momento attuale non necessaria. I missili Kalibr e i razzi da crociera A-101 «possono essere armati sia con testate convenzionali sia con testate speciali, cioè quelle nucleari. Certamente nulla di questo è necessario nella lotta ai terroristi, e spero che non sarà mai necessario», queste le parole del leader del Cremlino, discutendo ieri sera a margine dell’operazione militare in Siria con il Ministro della Difesa russo, Serghiei Shoigu. La notizia è stata subito rilanciata dai maggiori canali televisivi di tutto il mondo. Nel video che vi proponiamo si ripercorrono la BREAKING NEWS dell’8 dicembre 2015 con le minacce della Russia di Putin per una Guerra Nucleare su tre punti strategici in Siria e la tensione con la Turchia per l’abbattimento del jet da caccia russo della NATO. E infine la Breaking News dell’ottobre scorso che riassume in 13 parole il combattimento nel 2015 della Corea del Nord portato avanti dal leader Kim Jong-un dopo la minaccia di attacco nucleare da parte degli Stati Uniti.

(tratto dal canale ‘Youtube’ di ‘News Club’)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->