martedì, Aprile 13

Pronto Svezia? Arriva il numero di telefono Servizio attivo 24 ore su 24, risponderà uno svedese a caso

0

Parlare con uno svedese a caso? Ora sarà possibile, perché la Svezia è la prima nazione ad avere un suo numero di telefono. Basterà digitare il +46 771 793 336 e una voce preregistrata avverte che «a breve risponderà uno svedese a caso» ossia uno svedese che ha aderito all’iniziativa lanciata dall’Ufficio del turismo svedese. Per ora sono oltre tremila i cittadini che hanno scaricato l’app The Swedish Number, che permette di diventare ambasciatori del proprio Paese. Un numero attivo 24 ore su 24, che nasce dall’idea della Svezia di festeggiare un anniversario importante: nel 1776 la Svezia infatti è stato il primo Paese al mondo a introdurre una legge costituzionale per abolire la censura.

«In tempi così difficili, in cui molti Paesi provano a limitare le comunicazioni tra le persone, noi cerchiamo di fare esattamente l’opposto», il CEO dell’ufficio del turismo svedese, Magnus Ling. «Abbiamo dato agli svedesi la possibilità di rispondere alle telefonate in prima persona, di esprimere se stessi e di condividere i loro punti di vista quali essi siano». E se pensiamo che nelle prime 24 ore oltre 6mila sono state le chiamate, possiamo capire quanta voglia ci sia nel mondo di… Svezia!

(video tratto dal canale Youtube della BBC)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->