domenica, Maggio 9

Profughi oltre Calais: "Questa non è la mia guerra" Le testimonianze del campo di fortuna verso il tunnel sotto la Manica oltre Calais

0

Broadcasting from Paris, France, Democracy Now!’ ha viaggiato a nord oltre Calais, per un’ora e mezza, fino ad arrivare alla sede del più grande campo profughi della Francia. Da sei a sette mila persone sono accampati in tende di fortuna per raggiungere la Gran Bretagna, e di notte ogni membro del campo, formatosi lungo l’autostrada prima di arrivare al tunnel della Manica, tentando di attraversare il Paese britannico, salta sopra o all’interno di camion e camion per avvicinarsi alla meta della destinazione finale. Lunedì scorso le Nazioni Unite hanno lanciato un appello per $ 20 miliardi di ulteriore aiuto di finanziamento per l’emergenza migrantiperché le Nazioni Unite “non sono in grado di fornire loro neanche il minimo di protezione di base e assistenza per avere salva la vita“. Funzionari delle Nazioni Unite hanno citato le guerre in Siria, Afghanistan, Iraq, Yemen e Sudan meridionale come uno dei motivi principali di quasi 60 milioni di sfollati in tutto il mondo, con caso esemplare i 4 milioni di rifugiati costretti fuori dai confini della Siria per via del conflitto in corso.

(tratto sito di ‘Democracy Now’, giornale indipendente di notizie dal mondo)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->