venerdì, Luglio 30

Presidenziali filippine: 'il Trump di Manila' vincitore

0

Il candidato Rodrigo Duterte si sta dirigendo verso la vittoria nelle elezioni presidenziali filippine: sarà il Presidente delle Filippine per i prossimi 6 anni. Considerato ‘il Trump di Manila‘, ha promesso di occuparsi dei crimini legati alla droga e sostiene l’uccisione extragiudiziale di sospetti criminali. Rodrigo non sa molto di economia ma gli piace mostrare i muscoli. Fra i primi destinatari delle sue dichiarazioni, la Cina, con la quale è in atto una contesa nel Mar cinese meridionale:

«Dirò ai cinesi: non avete nulla da pretendere da quelle parti. E non avrò bisogno di insistere. Se poi vogliono fare una joint venture per il gas o il petrolio, sono i benvenuti».

Fino a pochi mesi fa, era ritenuto un candidato poco credibile, per via del suo machismo e delle battute sessiste, utilizzate per minimizzare dei casi di stupro. Duterte non ha nascosto l’intenzione e la possibilità di nuova svolta autoritaria per il Paese. Ha già detto che modificherà la costituzione e, nel ticket con lui, per il posto di vecepresidente, c‘è il figlio dell’ex dittatore Ferdinand Marcos, presidente e dittatore delle Filippine dal 1965 al 1986, che sostenne ventun’anni di regime caratterizzato dalle guerriglie fratricide contro i componenti del Pkp (Partito comunista filippino) e contro gli esponenti islamici, dall’accentramento del potere nelle sue mani e dalla spartizione delle ricchezze del Paese tra l’èlite di sua fiducia.

(Video tratto dal canale Youtube: Al Jazeera english)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->