domenica, Maggio 9

Premio Oscar, i momenti migliori della serata Protagonista Guillermo del Toro con "La Forma dell'acqua". Tra i premiati, anche il film italiano di Luca Guadagnino, "Chiamami col tuo nome"

0

Il protagonista e vincitore del Premio Oscar 2018, è stato Guillermo del Toro con La Forma dell’acqua”, già vincitore alla Mostra del cinema di Venezia nel 2017, e che ha vinto ben quattro Oscar, tra i quali quello per il miglior film e per la migliore regia. Anche l’ Italia ha avuto il suo riconoscimento: il film di Luca Guadagnino, “Chiamami col tuo nome“, ha vinto l’Oscar per la migliore sceneggiatura non originale realizzata da James Ivory: «E’ una bella sensazione tenere in mano un Oscar» ha detto Ivory.

Tre Oscar sono stati assegnati a “Dunkirk” di Christopher Nolan, così come a “Tre manifesti a Ebbing”, “Missouri”. Due Oscar invece a “L’ora più buia”, che ha vinto sia per il trucco che con il migliore attore, Gary Oldman. Due Oscar anche per Blade Runner 2049.

«L’oscar è l’uomo ideale: tiene le mani a posto, non dice mai cose fuori luogo e soprattutto non ha un pene. E’ esattamente l’uomo di cui c’è bisogno oggi a Hollywood. A Hollywood era tempo di un cambio e la lotta per evitare le molestie sul lavoro era da tempo dovuta. Risolta la questione sul lavoro poi rimarranno tutti gli altri ambienti dove le donne sono vittime di certi atteggiamenti» ha detto Jimmy Kimmel 

Diversi richiami ai movimenti Time’s Up e #MeToo. Salma Hayek e Ashley Judd con Annabella Sciorra hanno poi lanciato un video che parlava di inclusione e di superamento delle discriminazioni.

(Video tratto dal canale Youtube USATODAY)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->