sabato, ottobre 20

Poteri forti? E se stessero dietro gli uomini copertina al Governo? Ma vuoi vedere che i poteri forti sono quelli che hanno messo in piedi proprio i 5Stelle e la Lega ha il compito di controllarli da vicino?

0

Come mai l’attuale Governo non affonda il tiro su uno dei poteri forti da esso indicato, i giudici, nella loro permissiva applicazione delle leggi? Perché il Ministro dell’Interno e quello della Giustizia non chiedono ai giudici di non liberare per quattro volte consecutive lo stesso individuo fermato quattro volte per lo stesso reato? Insomma, ai fini della percezione della Giustizia, dà più sicurezza la certezza della pena o la fine anticipata della stessa per motivi che per lo più sfuggono ai comuni cittadini? Perché non chiede ai giudici, l’attuale Governo, di non far fare alle Forze dell’Ordine la stessa azione nei confronti dello stesso individuo che compie gli stessi reati il quale viene regolarmente rilasciato dai giudici dopo il fermo operato dalle forze dell’ordine?  Insomma, ci tocca credere che questo Governo lavori per la sicurezza dei cittadini solo quando va a caccia del migrante, mentre invece lascia il cittadino in balia di reiterati condannati, sempre liberi di muoversi per strada.

Perché questo Governo, sempre pronto a dire che i poteri forti tramano contro di lui, non fa qualcosa per denunciare, una volte per tutte e facendo una volta per tutte vera informazione ai cittadini, dicendo chi sono questi poteri forti? Perché i cittadini sentono rimbalzare un giorno sí e l’altro pure questa espressione -‘poteri forti’- dai Ministri giallo-verdi, ma la maggioranza dei cittadini non ha mai capito chi siano e cosa siano questi benedetti poteri. Se non fosse che non siamo sul set cinematografico alle prese con un libro di 007, verrebbe il dubbio che questi poteri forti siano riassunti in uno solo, la famigerata Spectre contro cui agisce Bond, James Bond.

È così, Ministri giallo-verdi, siamo sul set di un film di spionaggio dal titolo ‘missione migranti’, o voi tutti Ministri scegliete mirate campagne per soddisfare il vostro elettorato, quello contro vaccini (quindi contro la scienza), contro la TAV (quindi contro la mobilità), contro le gronde (quindi contro la sicurezza delle infrastrutture), contro l’euro (quindi a favore della povertà degli italiani), contro l’Europa (quindi a favore dell’isolamento dell’Italia, ossia al suo fallimento)?
Ma vi pare normale che per la minoranza del vostro elettorato rispetto alla maggioranza degli elettori italiani? voi ministri stiate sferrando un colpo mortale all’Italia solo perché dovete essere fedeli all’ignoranza della minoranza, compresa l’ignoranza di qualche vostro Ministro e la stupidità di qualche altro, Sottosegretari compresi?

Si, è normale. Per voi. E nessuno si illude che il giro possa cambiare: voi Ministri giallo-verdi siete proprio quello che dite e fate, quindi voi continuerete a governare in attesa che un Renzi di troppo e un Berlusconi di troppo si facciano davvero da parte per consentire alla maggioranza degli elettori italiani di dare una speranza di voto invece di starsene a casa o di votare il meno peggio. Che poi si rivela pessimo più del meno peggio.

A questo punto, chiunque viene assalito da un dubbio feroce: ma vuoi vedere che i poteri forti sono quelli che hanno messo in piedi proprio i 5Stelle e la Lega ha il compito di controllarli da vicino? Perché cosa deve pensare un normale cittadino quando sente parlare il Ministro Grillo, o la truce Taverna, o il pallido Toninelli, nonché lo sgangherato Borghi o Fontana, il più ringhioso difensore della famiglia tradizionale (quella, tanto per intenderci, responsabile dell’88% dei reati familiari), o il rapinatore dei conti degli italiani,  Savona? Che quelli siano uomini indipendenti, capaci, con il senso delle istituzioni e del governo? Ma no, questi sono gli uomini adatti, gli uomini-copertina, noti anche come gli utili idioti, perfetti per chi ha un posto nel consiglio superiore della Spectre, l’imprendibile luogo dei poteri forti.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore