sabato, Maggio 8

Portogallo: no maggioranza, sì centrodestra field_506ffbaa4a8d4

0

Prima della fine dello spoglio elettorale nel Paese la coalizione di centrodestra Portugal à Frente di Coelho e Portas si attestava a quasi il 37%, quattro punti dal Partito Socialista, mentre quasi raddoppiati, rispetto alle passate elezioni, i risultati ottenuti dalla formazione Blocco di Sinistra, prettamente per l’anti-austerity.

Antonio Costa, ex sindaco di Lisbona, ha riconosciuto la sconfitta elettorale, ma ha annunciato tra gli applausi che non lascerà la leadership del Partito socialista, anche se fortemente lacerato ed escluso dal voto di protesta, a tutto vantaggio dell’estrema sinistra.

Il centro-destrista Pedro Passos Coelho vince le elezioni in Portogallo, ma senza maggioranza assoluta, quindi soltanto un’alleanza con il Blocco di sinistra di Catarina Martins, a questo punto rilancerebbe le chances socialiste che impensieriscono il centrodestra. Coelho ha affermato che già si è accordato con Paulo Portas per convocareal più presto gli organi dei nostri partiti e formalizzare l’accordo di governo, che è da sempre stato alla base dell’alleanza con cui ci siamo presentati alle urne”. Verrà comunicata presto al Capo di stato la disponibilità del premier uscente a guidare un nuovo governo e ufficializzerà al più presto un un accordo con i partner di coalizione, per formare un esecutivo di minoranza.

(tratto dalla sezione ‘LIVE’ di ‘Euronews’ in italiano)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->