mercoledì, Aprile 14

Porto Rico non pagherà i debiti agli USA Il governatore dell'isola ha comunicato di non poter onorare i debiti ai suoi creditori. Il Paese in ginocchio

0

Il governatore di Porto Rico, Alejandro Garcia Padilla, ha annunciato che non pagherà i debiti agli USA, suoi creditori, che ammontano a circa 422 milioni di dollari. Durante il suo discorso televisivo, ha ordinato alla Banca di sviluppo governativa nazionale (Gdb) di non effettuare i pagamenti, che secondo la stampa scadevano il 2 maggio. «Avremmo preferito avere una cornice legale per ristrutturare i nostri debiti in maniera ordinata. Ma a seguito dell’incapacità di far incontrare le istanze dei nostri creditori e le necessità della popolazione, ho dovuto fare una scelta. Ho deciso che i servizi essenziali di 3,5 milioni di cittadini americani a Porto Rico venissero prima». Dunque, l’esigenza di tenere in piedi i servizi essenziali per il Paese, dalla sanità alla sicurezza pubblica, ha impedito il pagamento dei debiti e la risposta degli USA non ha tardato ad arrivare: Obama ha avvisato che se il Paese non onorerà i debiti si potrà andare incontro a una potenziale crisi umanitaria. Questa mossa potrebbe far scivolare sempre più in basso la crisi finanziaria che sta piegando il Porto Rico. Il tasso di povertà sull’isola è già tre volte più alto che nel resto degli Stati Uniti e i servizi pubblici saranno probabilmente tagliati se la crisi non sarà risolta.

(Video tratto dal canale Youtube: Wochit business)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->