lunedì, Giugno 27

Più soldi per Milan e Inter: Zenit fuori dalle competizioni europee Vediamo nel dettaglio le dinamiche di questo evento ricordando che sarà possibile puntare sulle due milanesi in Champions League

0

Milan e Inter sono le assolute protagoniste di questa stagione calcistica italiana. Rispettivamente alla prima e alla seconda posizione del campionato di Serie A, hanno già confermato la loro presenza alla prossima edizione della Champions League.

In seguito alle pregevoli prestazioni delle milanesi, c’è anche un’altra buona notizia per Inter e Milan. Infatti, in seguito all’esclusione dello Zenit dalle coppe europee, le due squadre riceveranno una maggiore fetta di denaro. Vediamo nel dettaglio le dinamiche di questo evento ricordando che sarà possibile puntare sulle due milanesi in Champions League sui bookmakers con licenza ADM e sfruttare il bonus benvenuto scommesse.

Fuori le squadre russe dalle competizioni europee

La squadra che è stata estromessa dalla prossima Champions League è lo Zenit San Pietroburgo, nonostante si sia laureato campione nel campiona di Russia all’ultima giornata di campionato. Questo risultato le avrebbe concesso di accedere alla prossima edizione della Champions League, tuttavia, l’UEFA ha deciso diversamente.

Infatti, lo Zenit lascerà il posto alla vincitrice del campionato di Scozia. Inoltre, lo Zenit occupa una posizione migliore rispetto a Inter e Milan nel ranking UEFA. Motivo per cui avrebbe dovuto incassare più denaro nella prossima edizione della competizione. Tuttavia, la sua esclusione porterà Milan e Inter a superarla.

Ecco perché c’è una buona notizia. Infatti, l’Inter incasserà ben 13,6 milioni di euro così come il Milan che otterrà 12,5 milioni. Si tratta di un milione in più a testa.

Il discorso, invece, non si può applicare a Juventus e Napoli, squadre che sono già sopra lo Zenit e che non beneficeranno in alcun modo della sua esclusione.

Inter e Milan: protagoniste in Champions League?

Si tratta di una delle stagioni più combattute degli ultimi 10 anni. Milan e Inter sono testa a testa e si giocano lo scudetto alle ultime giornate del campionato di Serie A. L’Inter ha perso un treno importante con la sconfitta di Bologna e il Milan ha approfittato del passo falso dei cugini continuando ad ottenere vittorie e 3 punti importantissimi.

Proprio l’ultima giornata di campionato è stata la dimostrazione di come la fortuna sia sorridendo ai rossoneri. Un’ottima ‘remuntada’ ai danni del Verona ha consentito al Milan di guadagnare altri tre punti e consolidare la propria posizione in classifica.

L’Inter, invece, ha vissuto un periodo di grandi risultati con numerose vittorie consecutive che hanno permesso ai neroazzurri di accorciare in classifica superando anche il Napoli di Spalletti. Tuttavia, la cavalcata dell’altra squadra di Milano non sembra ancora sufficiente. Ci sono i cugini da superare e queste ultime due giornate di campionato in cui ci sono ancora 6 punti importantissimi in palio.

Non è più concesso un passo falso da parte di nessuna. Una sconfitta oppure un pareggio nella prossima giornata di campionato potrebbe già decretare il vincitore della Serie A. A prescindere da cosa accadrà, tra un paio di settimane scopriremo la nuova vincitrice della massima competizione italiana di uno dei campionati più combattuti e divertenti degli ultimi anni.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->