domenica, Settembre 26

Più sicuri e più bio: ecco gli aerei del futuro Le fibre naturali potrebbero sostituire i materiali usati oggi

0

Come saranno gli aerei del futuro? Quelli di oggi sono sono realizzati soprattutto in alluminio e fibra di carbonio. «Qui, all’interno dell’aereo, possiamo vedere alcuni dei materiali che stiamo cercando di sostituire con quelli bio. Possono essere i pannelli del soffitto, quelli laterali e gli scomparti sopraelevati. Oggi sono composti da questo tipo di materiale molto leggero con superficie in fibra di vetro ma speriamo di sostituirli con fibre naturali provenienti da piante di lino»  dice Jens Bachmann, co-coordinatore del progetto ECO-COMPASS

Secondo gli scienziati del progetto di ricerca europeo-cinesela caratteristica più interessante delle fibre naturali è che sono più leggere delle fibre di carbonio e, per questo, richiedono meno energia per essere prodotte, non producono rumore e sono indipendenti da fonti non rinnovabili. 

In Portogallo, campioni di materiali biologici di nuova produzione sono allo studio per comprenderne il comportamento durante il volo. E siccome la sicurezza dei passeggeri prevedere che tutti i materiali interni siano resistenti al fuoco, in questi test è stato dimostrato come questi materiali siano infiammabili. Il progetto che sta realizzando materiali bio vengono studiati nei laboratori europei, ma grazie alla collaborazione dei costruttori di aeroplani.  

(Video tratto dal canale Youtube Euronews)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->