martedì, Maggio 11

Petrolio, che volatilità: in portafoglio con +3%

0

Settimana meno movimentata della precedente. Fermi sul cambio dove abbiamo solo raddoppiato la posizione a 1.1253, mentre sul petrolio abbiamo acquistato venerdì a rottura del massimo di giovedì (3217) e scattato anche l’acquisto sull’oro a rottura della resistenza 1201 (dollari per oncia). Quindi portafoglio pieno e con buona convinzione di andare in profit in questa stessa settimana.

 

CAMBIO EURO/DOLLARO

Il grafico settimanale è significativamente più diverso da quello giornaliero. Quest’ultimo sembra prospettare uno stallo nei primi giorni di questa settimana con range 1.10 e 1.14. Certo che una rottura di questi due livelli deve fare chiudere la posizione dello strumento in loss sotto 1.10, mentre la rottura di 1.14 prospetterebbe un ritorno dell’euro a 1,17 dove si chiuderebbe la posizione almeno del 50%.

Non si ritiene che sia il periodo giusto questo per vedere un dollaro sopra 1,20, quindi al di sotto di questa posizione si potrebbe fare un acquisto fisico di dollari con copertura per eventuale break di tale livello con un contratto cfd (come farà il sottoscritto).

euro do 1 euro do 2

ORO (GOLD SPOT)

Dopo l’acquisto fatto a 1202 in giornata stessa si poteva piazzare un profit a 1260 che rappresentava un discreto supporto dell’ottobre 2013, ma siamo stati ingordi e adesso lo abbiamo ancora in portafoglio.

Gli obiettivi sono uno stop loss a rottura a ribasso del minimo di venerdì, altrimenti il raggiungimento entro la giornata di lunedì di 1248 ci vedrebbe venditori dei contratti in portafoglio per attende una rottura a rialzo del massimo di giovedì di 1263 per arrivare a 1300.

Altro percorso potrebbe essere attendista con tenuta in portafoglio del derivato fino a rottura di 1200 confermata in chiusura. Certo potrebbe essere una zona di accumulo con ulteriore acquisto in zona 1221, per “lossare” tutto a chiusura confermata sotto 1200.

oro 1 oro 2

BRENT CRUDE (OIL)

Che volatilità quella di questo sottostante. Grandissimo strumento per guadagni/perdite veloci! Momento sì per il nostro trading sul brent che ci ha visto pochissime volte perdenti (e di poco denaro). Come detto in premessa siamo rientrati long (in acquisto) a 3218 con primo obiettivo 3600 e, per secondo, i famosi 4200 indicati la settimana scorsa.

Potrebbe starci un altro acquisto in caso di ritracciamento in zona 3155 in quanto il grafico settimanale è ben messo (le due ultime barre hanno configurazione che la mia esperienza mi ha fatto qualificare come segno rialzista). Comunque sia chiaro che scatterebbe lo stop loss (vendita in perdita) sotto 3025 confermato dal grafico intraday.

brente 1 brente 2

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->