Quando a parlare ‘umano’ è un’orca L’esemplare, una femmina di nome Wikie, ha imparato a parlare copiando la sua addestratrice del Marineland Aquarium di Antibes, in Francia

Sta facendo il giro del mondo la notizia secondo la quale c’è un’orca in grado di parlare e imitare il linguaggio umano, ospitata da un parco acquatico francese. L’esemplare, una femmina di nome Wikie, ha imparato a parlare copiando la sua addestratrice del Marineland Aquarium di Antibes, in Francia.

L’orca in passato aveva già ricevuto una sorta di corso introduttivo all’imitazione, e anche grazie ad esso un team internazionale di ricerca è riuscito a fargli imparare suoni e soprattutto parole umane. L’animale è in grado di imitare parole come ‘ciao’, ‘Amy’, o alcuni numeri.

L’imitazione delle parole non è sempre precisa, ma è evidente l’intento dell’orca di calibrare i suoni per adattarli a quelli dell’istruttrice. Ad oggi sono noti soltanto i casi di altri tre mammiferi in grado di replicare distintamente parole umane: un beluga (Delphinapterus leucas) nel 2012; una foca comune (Phoca vitulina) nel 1985 e un elefante asiatico (Elephas maximus) nel 2012.

Le orche sono tra i pochi animali che possono imparare a produrre un suono solo ascoltandolo. «Nei mammiferi è molto raro», ha detto il dottor Josep Call dell’Università di St Andrews, un co-ricercatore dello studio.

(video tratto dal canale Youtube di IBTimes UK)