mercoledì, Agosto 4

Paris Attacks: attacchi kamikaze multipli e sparatorie field_506ffb1d3dbe2

0

Ma chi c’era dietro a questa serie di eventi coordinati, che hanno scosso la Francia e il mondo intero? Quale la regia? Dalla rivendicazione video diffusa tramite social media da parte dei militanti, che si definiscono aderenti all’ISIS, emergerebbe con crescente evidenza che gli autori hanno legami con il conflitto siriano. Tuttavia le reti dietro gli attentatori, sostiene l’esperto intervistato dalla emittente televisiva inglese di ‘all news’ ‘Channel 4 News‘,  potrebbero essere di gran lunga più complicate. Tali da mostrarsi in grado di compromettere la sicurezza in Francia, e con modalità che non gli sono riuscite in grado di realizzare in Gran Bretagna, e negli Stati Uniti. Le cause è possibile ricercarle analizzando l’età degli attentatori e la loro appartenenza a gruppi fondamentalisti collegati all’Isis e ad Al-Qaida. Nel primo pomeriggio di domenica, agenti armati delle squadre speciali d’assalto antiterroristiche francesi, hanno fatto irruzione in un edificio distante in linea d’area pochi passi dal teatro dove doveva avere luogo un concerto. Sono stati identificati, così, tutti e sette degli otto terroristi, uno dei quali riconosciuto in un estremista francese già noto alle autorità. L’ottavo, responsabile dell’attacco suicida, secondo i servizi di Intelligence sarebbe arrivato sul posto dell’attentato proveniente da fuori confine. Il rinvenimento vicino ai cadaveri di alcuni kamikaze di passaporti di origine egiziana e siriana, anche se alcuni ritenuti falsi e non corrispondenti alle generalità dei bomber, avvalorerebbero i collegamenti con i gruppi fondamentalisti presi di mira dalle potenze occidentali in Siria. Per i servizi di Intelligence francesi, sarebbero circa 250 i cittadini nati e naturalizzati in Francia e tornati in Siria, e facenti parte dello Stato Islamico. Sospetti da parte delle forze di polizia anche verso cittadini maliani, originari del Mali, che profitterebbero del loro status di rifugiati, quando al contrario sarebbero affiliati a gruppi riconducibili ad al-Qaida nel Maghreb. Fonti investigative, in queste ore, stanno analizzando video e filmati per cercare eventualmente un filo conduttore con i fatti relativi all’attacco terroristico ai danni della rivista satirica Charlie Hebdo, 10 mesi fa. Coulibaly, uno degli aggressori aveva affermato di essere fedele all’Isis, ma i servizi investigativi accertarono anche che gli attaccanti hanno avuto forti legami con Al-Qaeda e con molte reti terroristiche simili e già note alle autorità. L’attività investigativa, ora è tutta rivolta sullo studio e l’analisi dei canali di rifornimento di armi a cui si appoggiano queste reti, prima della pianificazione degli attacchi.

(tratto dal canale ‘Youtube‘ di  ‘Channel 4 News‘)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->