martedì, Settembre 21

Parigi val bene una… intervista Politica: il punto

0
1 2


A Parigi è ancora guerriglia urbana, con migliaia di agenti di polizia impegnati nel blitz di Saint Denis. A Roma è il ministro dell’Intero Angelino Alfano a perdere il tradizionale aplomb (che peraltro non ha mai avuto) reagendo alla notizia come un tifoso da stadio: «Alla fine li hanno beccati, sono arrivati a prenderli e non devono dargli scampo». Rassicurante, poi, si fa per dire, la disamina della situazione sull’emergenza terrorismo fatta dal responsabile della sicurezza italiana secondo il quale «Roma e l’Italia sono esposte come Parigi». Intanto, a Firenze, un Palazzo Vecchio blindato come Fort Knox ha accolto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, giunto nel capoluogo toscano per una commemorazione storica. «Garantire la sicurezza senza rinunciare alle libertà conquistate», questa la come sempre pacata esortazione dell’inquilino del Quirinale. Anche i due Matteo, Renzi e Salvini, fanno a gara a chi la spara più grossa.

I parlamentari Pd Khalid Chaouki e Luigi Manconi manifestano con una nota il loro «pieno sostegno»  alla manifestazione nazionale promossa dalle comunità islamiche italiane che sabato prossimo, 21 novembre, scenderanno in piazza a Roma sotto lo slogan ‘Not in my name’. I ‘cittadini’ M5S della Commissione Politiche Ue della Camera, invece, chiedono al governo di riferire in aula sull’eventualità che il supporto dato dall’Ue alla Francia nella guerra contro il Daesh comporti l’impiego di militari italiani.

Ricordate il decreto che stanziava circa 900 mln di fondi per Giubileo, Expo e Terra dei Fuochi, approvato dal Consiglio dei Ministri venerdì scorso e presentato, come sempre in pompa magna e con le immancabili slide colorate, da Matteo Renzi in persona durante la conferenza stampa di rito? Ebbene, ad oggi il suddetto decreto resta un fantasma, non pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e nemmeno reperibile sotto forma di bozza su qualche tavolo di Palazzo Chigi. Nessun commento trapela dal governo, ma il sospetto è che siano sorti problemi sulle coperture che il premier aveva cercato di nascondere sotto il tappeto con la solita marea di balle.

Massimo Bugani è il candidato sindaco del M5S a Bologna. Il primo ‘in bocca al lupo’ per il grillino emiliano arriva proprio da Beppe Grillo che, fresco della cancellazione del suo nome dal simbolo del Movimento, pubblica sul suo blog il programma politico con cui Bugani vorrebbe «ridare il sorriso a una città che l’ha perso».

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca, indagato per concussione, convoca una conferenza stampa  per annunciare che andrà avanti «con estrema determinazione». Alzi la mano chi nutriva dubbi in proposito.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->