sabato, Maggio 8

Parigi, studenti in piazza contro la riforma del lavoro Sciopero generale in Francia, mentre nella capitale anche diversi arresti

0

Studenti in strada a Parigi contro la proposta di riforma della normativa sul lavoro. Ed ecco arrivare le prime tensioni. Secondo la Bfm Tv, diversi fermi davanti a un liceo ad ovest della capitale dopo il lancio di oggetti pericolosi, mentre nelle banlieue arresti per porto d’armi. Diverse centinaia di studenti invece hanno sfilato a place della Nation per un corteo che ha praticamente paralizzato la città per tutto il pomeriggio. Situazione comunque caotica in tutto il Paese a causa dello sciopero indetto dai maggiori sindacati francesi contro la riforma, giudicata troppo liberale e considerata un passo indietro nei diritti del lavoratori. Manifestazioni di studenti e lavoratori si sono avute da Nord a Sud: la polizia ha usato gas lacrimogeni per disperdere i dimostranti a Nantes e Rennes, mentre a Marsiglia tre agenti sono rimasti feriti. Il portavoce del governo, Stephane Le Foll, ha invitato tutti alla calma: «Esiste il diritto a manifestare per esprimere rivendicazioni e questo è legittimo, ma d’altra parte non si deve dare l’occasione ad alcuni di darsi ad atti di violenza».

(video tratto dal canale Youtube di RT)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->