giovedì, Ottobre 21

Parigi, giovani arabi in strada per la Palestina

0

I parigini, molti di origini arabi, hanno marciato per le strade della capitale francese per protestare contro il trattamento dei palestinesi da parte di Israele. La città è cosmopolita e alcune zone della Francia sono estremamente etniche. Alcune città come Marsiglia hanno alti tassi di immigrati musulmani.

A Parigi questo tasso è molto basso, ma la questione dell’identità è ora un problema per molti giovani i cui genitori sono emigrati negli anni 60 e 70. «La maggioranza dei giovani, soprattutto dei quartieri operai, si sono identificati in qualche modo con queste persone perché sono vittime di ingiustizia», spiega ad ‘Al JazeeraAlima Boumedienne-Thiery, professionista indipendente. Il nazionalismo è in aumento in tutta Europa e Marine Le Pen è proprio uno di questi esempi.  E altri giovani gridano: «Non siamo come gli altri perché ci fanno sentire che non saremo mai francesi, in altre parole la pelle bianca e la credenza cristiana costituiscono l’identità del corpo nazionale. Alcuni sostengono che non siamo una parte legittima di questo corpo. E così siamo esclusi».  E questo è un allarme da non sottovalutare, visto anche cosa già accaduto in passato in Francia con elementi che si sono sentiti esclusi dalla società.

(video tratto dal canale Youtube di Al Jazeera)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->