sabato, Settembre 25

Parigi, dure proteste contro la riforma del lavoro

0

E’ caos in Francia dopo che oltre mezzo milione di persone sono scese in piazza a protestare contro la riforma del lavoro voluta dal governo di Manuel Valls. A manifestare tanti studenti, con numeri però contestati un pò da tutti:  secondo la CGT, una delle principali organizzazioni di lavoratori del Paese, a Parigi hanno manifestato 100mila persone, mentre per la polizia erano poco meno di 29mila. La riforma, che prende il nome dal ministro del lavoro, El Khomri, prevede la riduzione del pagamento degli straordinari, l’ampliamento del ventaglio delle condizioni per i licenziamenti economici e pone un tetto alle indennità per i licenziamenti.

A protestare, oltre agli studenti, i lavoratori della Sncf e della Rapt (ferrovie e ferrovie urbane), che si sono mobilitati per difendere il loro salario e le condizioni di lavoro. Momenti di tensione si sono avuti durante la manifestazione di Parigi, con lunghe code per le strade.

(video tratto dal canale Youtube di RT)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->