mercoledì, 8 Febbraio
HomeCultura & SocietàOMS, allarme obesità in Europa: più di 1,2 milioni di decessi all’anno

OMS, allarme obesità in Europa: più di 1,2 milioni di decessi all’anno

L’obesità rappresenta uno dei problemi più diffusi e pericolosi in Europa. Lo sottolineano le ultime rilevazioni dell’OMS, secondo le quali nel vecchio continente si calcolano oltre 1,2 milioni di decessi legati a questo disturbo. Si tratta di numeri davvero allarmanti, che dovrebbero spingere le persone a curare con maggiore attenzione le proprie abitudini, incanalando il proprio stile di vita sui giusti binari, per evitare numerose problematiche legate al peso e al colesterolo. Vediamo quindi di approfondire questo tema così importante.

OMS: in Europa oltre 1,2 milioni di decessi legati all’obesità

L’obesità, come detto, è una problematica che può diventare molto deleteria per la salute di chi ne soffre. Come sempre, ci pensano i numeri a chiarire la situazione, e a sottolineare la sua drammaticità. Stando all’OMS, infatti, ogni anno in Europa muoiono più di 1,2 milioni di persone a causa dell’obesità e del sovrappeso.

I dati del rapporto 2022 dell’OMS continuano, sottolineando altri aspetti molto preoccupanti. Per fare un altro esempio concreto, in Europa il 59% delle persone adulte soffre di obesità: una quota quasi equamente suddivisa fra individui di sesso maschile e di sesso femminile. Preoccupa anche l’obesità infantile, un’altra piaga dei nostri tempi e in continua diffusione nel vecchio continente.

Appare immediatamente chiaro che, rispetto ai decenni passati, incidono molto le nuove abitudini di vita dei giovani e dei meno giovani. Con la digitalizzazione, infatti, si dedica sempre meno tempo all’attività fisica, con un conseguente aumento di peso che spesso porta all’obesità, e a tutte le problematiche correlate a questo disturbo. Anche la diffusione del cibo spazzatura ha avuto un ruolo notevole nell’aumento del tasso di obesità europeo, ed è un altro fattore che deve essere sottolineato.

Obesità: quali sono i rischi per la salute di chi ne soffre?

Un’errata alimentazione, ricca di grassi, porta a moltissimi problemi. Tra questi, l’ipercolesterolemia, cioè un eccesso di colesterolo: questo può depositarsi fino a occludere il lume dei vasi sanguigni, provocando infarti e ictus. Tale condizione non è solo determinata dall’obesità, ma l’eziologia può anche essere ricercata in fattori ereditari.

In qualunque caso, è necessario equilibrare la propria alimentazione e, se il medico lo consiglia, anche ricorrere a integratori specifici. Esistono infatti prodotti per il colesterolo in farmacia, visionabili anche dal catalogo di Shop Farmacia, che possono aiutare se accompagnati a una dieta equilibrata. Ma una corretta alimentazione non ha solo ripercussioni positive a livello di colesterolo, dato che può anche aiutare a prevenire l’insorgere del diabete di tipo 2, un’altra piaga del nostro tempo particolarmente diffusa tra le persone obese.

Si tratta di una malattia degenerativa che può portare a conseguenze molto gravi e, dunque, da monitorare con attenzione e da prevenire. Non solo dieta, perché anche l’attività fisica ha un ruolo molto importante: consente infatti di bruciare i grassi, e di mantenere in salute i muscoli e le articolazioni. In conclusione, è opportuno attivarsi immediatamente per combattere l’obesità, così da poter aumentare le proprie aspettative di vita.

RELATED ARTICLES

Croce Rossa Italiana

spot_img

Save the Children

spot_img

Seguici sui social

Fondazione Veronesi

spot_img

Fondazione G. e D. De Marchi

spot_img

Fondazione Veronesi

spot_img

Salesiani per il sociale

spot_img

Campus Biomedico

spot_img
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com