Olimpiadi Pechino 2022, vitali per il PCC Una gigantesca pubblicità per il Partito Comunista, esemplificando il tipo di forte efficienza che i governi autoritari e high-tech possono apportare a eventi di questa portata

Tra due giorni, il 4 febbraio, inizieranno i XXIV Giochi Olimpici Invernali di Beijing 2022Pechino ha lavorato molto, in questi ultimi anni di Covid-19 in particolare, per presentarsi nella maniera migliore e per garantire Giochi aperti e Covid free.

I Giochi sono un potente simbolo politico delle ambizioni e dell’autorità dello stato cinese. Tenutosi appena un anno dopo il centenario trionfalistico della fondazione del Partito Comunista, il segretario generale Xi Jinping sta usando le Olimpiadi per mostrare al mondo che la Cina è potente e sulla buona strada per realizzare il suo sogno cinese di ringiovanimento nazionale.

In che modo il Partito Comunista Cinese (PCC) utilizzerà i giochi a livello nazionale per promuovere questa narrativa e come sarà vista dal resto del mondo? Cosa spera di ottenere il partito dal fatto che i giochi vengano percepiti come un successo? Secondo , “alcuni osservatori ritengono che l’ascesa della Cina generi un conflitto di potere strategico e minacci l’ordine mondiale liberale. Altri vedono l’ascesa della Cina come più benigna, persino appropriata per un paese che possiede 4.000 anni di storia e ha compiuto progressi economici sorprendenti negli ultimi 50 anni. Queste interpretazioni contrastanti hanno generato molto dibattito a livello internazionale prima delle Olimpiadi. Diversi paesi occidentali hanno dichiarato un boicottaggio diplomatico a causa delle preoccupazioni per le scioccanti violazioni dei diritti umani da parte della minoranza uigura e per la profonda repressione nella società civile, in particolare a Hong Kong. La reputazione della Cina è peggiorata dopo che la sicurezza della star del tennis Peng Shuai, una presunta vittima di aggressione sessuale, è diventata motivo di preoccupazione internazionale. A livello nazionale, tuttavia, le Olimpiadi sono descritte come qualcosa che avvantaggia il popolo cinese: un modo per gli atleti cinesi di raggiungere la gloria e di mostrare la capacità del Partito Comunista di organizzare un evento sportivo di livello mondiale. La narrativa sottostante glorifica il regime e legittima le istituzioni e le pratiche del PCC”.

L’obiettivo interno di queste narrazioni è – affermano i due docenti – “riaffermare il primato del Partito Comunista come miglior protettore della Cina e del suo popolo contro gli elementi provocatori nella comunità internazionale. Allo stesso tempo, i giochi rappresentano un’opportunità per Xi di reimpostare la retorica globale sulla Cina accogliendo il mondo alle Olimpiadi “intelligenti e rispettose dell’ambiente” di Pechino…. Per Xi, ha bisogno sia della conformità che dell’accettazione del partito. La festa è al centro di tutto ciò che vuole fare, principalmente per consegnare il suo “sogno cinese” alla gente. Sebbene il sogno cinese sia stato spesso paragonato al “sogno americano”, non è assolutamente un sogno americano con caratteristiche cinesi. Il sogno americano enfatizza le libertà individuali, la mobilità sociale e il successo materiale determinato dai propri sforzi. Nel sogno cinese, il benessere nazionale sostituisce i desideri e le conquiste individuali. In quanto tale, il PCC elabora una narrativa secondo cui solo il partito può realizzare il Sogno Cinese per il popolo cinese. Quindi, quando qualcuno o qualcosa viene percepito come una minaccia alla centralità del partito, il regime si lancia in modalità di auto conservazione”.

La presentazione delle Olimpiadi invernali di Pechino al popolo cinese è – dicono gli esperti – “cruciale per questa narrativa generale che Xi e il partito stanno creando. Hanno bisogno che il popolo cinese aderisca al sogno cinese come loro sogno. Questa esigenza è evidente nel linguaggio che Xi usa nelle dichiarazioni pubbliche. Xi usa una grande quantità di immagini per esortare il popolo cinese a marciare insieme al partito sullo stesso difficile percorso verso questa visione condivisa del futuro. Mentre la Cina continua a costruire la sua economia e a rafforzare il suo status di grande potenza con eventi di alto profilo come queste Olimpiadi invernali, sta anche tentando di mostrare al mondo che il suo modello di governo è supremo. Questi giochi sono una gigantesca pubblicità per il Partito Comunista, esemplificando il tipo di forte efficienza che i governi autoritari e high-tech possono apportare a eventi di questa portata. Può anche dimostrare il successo del governo nel contenere il COVID, sebbene ciò abbia comportato il blocco delle persone nelle proprie case e il trattamento discriminatorio degli africani che vivono in Cina. Quindi, quando il pubblico globale esulta per i suoi eroi invernali, tifa anche per il PCC, che gli piaccia o no”.